11/7/14, “Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna” (2013) di Giancarlo Fre, ora anche nella versione inglese The Operatic Kitchen: Music and Food in Emilia-Romagna (2014), si presenta a Pesaro martedì 15 giugno 2014

A Pesaro il bel volume che coniuga cultura musicale e gastronomica della nostra regione, ora anche in inglese e prossimamente in lingua turca.

Quale luogo e quale cornice più appropriati di Pesaro, patria di Gioachino Rossini, e della Biblioteca Oliveriana per presentare il libro “Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna” (2013) di Giancarlo Fre, ora anche nella versione inglese The Operatic Kitchen: Music and Food in Emilia-Romagna (2014) e quasi pronto nella versione turca di Eren Cendey Opera ve İtalyan mutfağı. Emilya-Romanya bölgesinde müzik ve yemek.

 

Il volume sarà presentato martedì 15 giugno 2014, nella corte della Biblioteca Oliveriana, nell’ambito del Salone della Parola-Libri 2014.

Intervengono: Margherita Spinazzola curatrice della traduzione, Piergiorgio Parroni professore di filologia.

Realizzato dall’Assessorato all’Agricoltura e dall’Istituto per i beni culturali (IBC) della Regione Emilia-Romagna per rendere omaggio al mondo musicale, nel corso del bicentenario verdiano, il libro offre una prospettiva particolare: quella del rapporto tra musica e cibo. L’approccio si è rivelato assai efficace e si è avvertita l’esigenza di disporre della traduzione in lingua inglese per diffonderlo nelle molteplici occasioni in cui si propongono all’estero le differenti valenze della cultura dell’Emilia-Romagna.

Scritto da Giancarlo Fre, appassionato gastronomo e blogger, il volume è un viaggio attraverso due tradizioni particolarmente importanti per la nostra regione - quella musicale e quella gastronomica - intrecciando le vicende biografiche e professionali di musicisti, compositori, interpreti, le loro ricette preferite o altre preparazioni significative. E possiamo considerare Pellegrino Artusi il nume tutelare di questa pubblicazione e delle 62 ricette che propone.

Il percorso si snoda in quattro quadri: il primo è dedicato al secolo d’oro del melodramma, l’Ottocento, e vede come protagonisti Giuseppe Verdi, Gioachino Rossini (pesarese, ma di casa a Lugo e a Bologna), Pietro Mascagni (livornese di nascita, ma legato alla Romagna da motivi sentimentali) e Arturo Toscanini.

Il secondo quadro propone un’incursione su musica e cucina tra Seicento e Settecento, attraverso le figure del ferrarese Girolamo Frescobaldi e del fusignanese Arcangelo Corelli; il terzo ripercorre le passioni o idiosincrasie alimentari di alcuni “grandi” della musica di passaggio in Emilia-Romagna come Mozart, Wagner, Bellini e Puccini, mentre l’ultimo è dedicato a due interpreti di fama internazionale - Luciano Pavarotti e Maria Callas – entrambi amanti della buona tavola.

Costituirà un motivo di interesse ascoltare dalla traduttrice e appassionata di cucina, Margherita Spinazzola, il racconto delle origine del volume e di alcune peculiarità del lessico italiano nell’ambito della gastronomia e delle mediazioni che si sono rivelate necessarie in corso d’opera. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/07/14 09:57:46 GMT+1 ultima modifica 2014-07-14T11:57:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina