Una gigantesca vitalità: Andrea Emiliani e il patrimonio culturale

Ad un anno esatto dalla scomparsa, IBC propone un approfondimento sulla figura e l’opera di Andrea Emiliani, uno dei suoi fondatori, e l'avvio di una riflessione a partire dalle sue idee

Il 25 marzo del 2019 ci lasciava Andrea Emiliani, personalità di studioso che ha segnato il percorso della cultura storico-artistica italiana dal secondo Novecento ed oltre. A lui va attribuito, tra i tanti meriti, quello di essere stato un assoluto innovatore nel modo di guardare e studiare il patrimonio culturale e il paesaggio in cui questo è immerso.
Frutto del suo pensiero, della sua “politica dei beni culturali” è la nascita stessa dell’IBC, di cui fu a lungo vice presidente.
Per ricordarlo a un anno dalla scomparsa, l’Istituto aveva ideato una serie di tavole rotonde, dal titolo “Una gigantesca vitalità. Riflessioni sul patrimonio culturale a partire dalle idee di Andrea Emiliani” da tenersi in occasione dell'anniversario della scomparsa. L’attuale situazione di assoluta emergenza ha modificato la tempistica; ma, se il convegno si svolgerà in autunno, l’IBC propone l’idea di aprire tra coloro che avrebbero animato gli incontri previsti e attraverso le riflessioni di quanti vorranno aderire, un ampio dialogo sul web, stimolante rispetto ai contenuti che si discuteranno dal vivo. A cominciare proprio daI primo intervento video del presidente Roberto Balzani.
Insieme a questo è stato realizzato un approfondimento sulla figura e l’opera di Andrea Emiliani, con materiali in libera consultazione: ben 45 sue pubblicazioni, suddivise per temi, tra cui un inedito; 25 foto per la maggior parte inedite; e 22 video, comprendenti anch’essi un inedito, che riguardano temi di politica culturale o affrontano l’esame di singole opere d’arte.
L’intento è di offrire strumenti,  in gran parte per la prima volta a libero accesso, che possano far conoscere meglio la sua opera e fornire il materiale per una riflessione sul suo pensiero in gran parte ancora attuale.

Un equivoco

In occasione del primo anniversario dalla scomparsa di Andrea Emiliani, “la Repubblica” (ed. Bologna) ha pubblicato un'intervista al professor Roberto Balzani, presidente dell’IBC, sulla figura del grande studioso defunto. A questa intervista ha fatto seguito una lettera di Vittorio Emiliani, fratello di Andrea, indirizzata a “la Repubblica” e, per conoscenza, a Balzani, nella quale lo scrivente dissentiva su alcune considerazioni del presidente. Pur non essendo la lettera apparsa sul giornale, il professor Balzani desidera rendere pubblica la risposta inviata a Vittorio Emiliani al fine di dissipare l’equivoco.  

Intervista a Roberto Balzani su Repubblica Bologna del 24 marzo 2020 (pdf, 389.4 KB)

Lettera di Vittorio Emiliani a Repubblica (pdf, 39.5 KB)

Replica di Roberto Balzani a Vittorio Emiliani  (pdf, 54.08 KB)

 

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/24 19:14:00 GMT+2 ultima modifica 2020-04-02T17:00:11+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina