Alberi monumentali: avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo per interventi conservativi e di salvaguardia

La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 30 settembre 2020

L'IBC, in ottemperanza alle nuove disposizioni introdotte dalla Delibera di Giunta Regionale n. 744 del 29 giugno 2020, da quest’anno predispone un Avviso pubblico per la presentazione di domande di contributo per il finanziamento di interventi conservativi e di salvaguardia sugli alberi arborei tutelati ai sensi della L.R. 2/1977, compresi, tra questi, quelli successivamente riconosciuti anche come Alberi Monumentali d’Italia (AMI) ai sensi della legge n. 10/2013

Insieme a nuove indicazioni procedurali, con questa novità si intende agevolare i titolari della tutela rendendo più chiara e strutturata la modalità di accesso ai fondi.

Oggetto di finanziamento sono gli interventi arboricolturali di natura strutturale, di miglioramento delle condizioni vegetative dell’esemplare, interventi di rimonda del secco e rifilatura dei monconi delle branche spezzate e interventi di miglioramento della zona di protezione dell’albero (ZPA), tutti meglio specificati al punto 4 dell’Avviso pubblico. Tali interventi, eccetto quelli relativi alla ZPA, sono ammissibili dietro parere vincolante espresso dal Servizio Fitosanitario Regionale o dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, nel caso l’albero sia annoverato tra gli AMI.

L’avviso si rivolge ai soggetti pubblici e privati cui è affidata la tutela, così come individuati dal decreto del Presidente della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 6 della stessa L.R. n. 2/1977.

La scadenza per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissata al 30 settembre 2020 - entro le ore 13.00 - pena la decadenza della richiesta.

Le richieste di finanziamento pervenute saranno esaminate ai fini dell’ammissibilità da un Nucleo di Valutazione composto da due membri interni dell’IBC e da un membro del Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna della Regione Emilia-Romagna. Gli interventi saranno finanziati al 100% in base alla graduatoria, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Gli esiti dei lavori del nucleo relativi all’individuazione delle domande ammissibili saranno approvati entro il 31 dicembre 2020.

I beneficiari ammessi al finanziamento avranno tempo fino al 31 dicembre 2021 per effettuare i lavori e dovranno consegnare la documentazione relativa alla rendicontazione dei lavori entro il 31 gennaio 2022, pena la decadenza del contributo concesso. Si precisa che non potranno essere liquidati i costi relativi agli interventi che risultassero diversi da quelli valutati dal Servizio Fitosanitario Regionale o non conformi al parere rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF).

I contributi saranno rideterminati nel caso in cui le spese effettivamente rendicontate siano inferiori a quelle concesse mentre saranno revocati nel caso in cui non vengano rispettati i termini per la fine lavori (31 dicembre 2021) e la rendicontazione dei lavori (31 gennaio 2022), nonché nel caso in cui gli interventi siano difformi da quelli presenti del parere del Servizio Fitosanitario Regionale o del MIPAAF.


Avviso pubblico

Per informazioni rivolgersi a:
Rosella Ghedini (tel. 051 527 6158)
Fabio Falleni (tel. 051 527 6156)

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/03 12:38:32 GMT+2 ultima modifica 2020-08-03T12:38:32+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina