20 milioni di euro per le mostre d’arte annullate e rinviate per Covid

Il Ministero ha destinato la cifra agli operatori che hanno subito un calo di fatturato per la cancellazione, l’annullamento o il rinvio di almeno una mostra d’arte in Italia o all’estero tra il 23 febbraio 2020 e il 30 settembre 2020

20milioni di euro per le mostre d’arte cancellate, annullate o rinviate a causa dell’emergenza sanitaria” è questo il valore del decreto firmato dal Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, utilizzando le risorse  del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito dal Decreto Rilancio. 
La cifra è destinata agli operatori che hanno subito un calo di fatturato per la cancellazione, l’annullamento o il rinvio, a causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, di almeno una mostra d’arte in Italia o all’estero in calendario nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 30 settembre 2020.
Possono presentare domanda i soggetti la cui attività prevalente sia l’organizzazione di mostre d’arte e i soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimento che abbiano una quota superiore al 50% del fatturato derivante da attività riguardanti mostre d’arte. Per richiedere i finanziamenti i soggetti devono avere i seguenti requisiti: sede legale in Italia; essere in regola con gli obblighi in materia previdenziale, fiscale, assicurativa; assenza di procedure fallimentari; assenza di condizioni ostative alla contrattazione con le pubbliche amministrazioni. Le perdite vengono calcolate confrontando i ricavi del periodo dal 23 febbraio 2020 al 31 luglio 2020 con quelli dello stesso periodo del 2019.

Le domande di contributo dovranno essere inviate entro il 18 settembre 2020 esclusivamente in via telematica.

Il decreto è disponibile sul sito del MiBACT a questo indirizzo:
http://musei.beniculturali.it/bandi/fondo-emergenze-mostre



 


Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina