Federico Moroni, pittore

A Santarcangelo di Romagna dal 10 novembre 2010 al 9 gennaio 2011 è stato ricordato il noto artista Federico Moroni, a dieci anni dalla scomparsa, con una grande mostra comprendente quasi cento opere per lo più inedite, tra dipinti ad olio, chine colorate, acquarelli e tempere su carta oltre ad alcuni rari piatti e vasi ceramici. In particolare l’ampia rassegna di opere pittoriche, iscritte in un arco cronologico che va dalla fine degli anni trenta ai primi anni novanta, costituisce la testimonianza più certa che proprio nella pittura, se come genere si vuole ad essa ancora riconoscere una precisa identità, Moroni ha riposto la sua più segreta e libera anima d’artista. La rassegna, curata da Silvia Baldini e Orlando Piraccini, ha voluto sollecitare un nuovo e diverso giudizio critico sull’artista santacangiolese, fondato su opere in larga parte sconosciute al grande pubblico e capaci di restituire all’immagine del maestro una struttura ed un peso ben superiori a quella dell’estroso, arguto, amabile, accattivante coloritore di fogli, che così largamente ha goduto, e gode tuttora, di tanto credito presso cultori e collezionisti locali d’arte. Promossa dal Comune di Santarcangelo di Romagna, la mostra è stata realizzata con la collaborazione e consulenza scientifica dell’IBC.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/05/23 13:00:00 GMT+1 ultima modifica 2019-04-11T10:24:22+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina