Programmazione degli interventi per la salvaguardia e conservazione degli alberi monumentali

Finanziamenti per gli interventi conservativi e di salvaguardia degli alberi monumentali dell'Emilia-Romagna

L’art 6 della L. R. 2/1977 “Provvedimenti per la salvaguardia della flora regionale – Istituzione di un fondo regionale per la conservazione della natura – Disciplina della raccolta dei prodotti del sottobosco” prevede che, sulla base di appositi finanziamenti regionali annuali, l'Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna provveda a erogare ai soggetti pubblici e privati cui la tutela è stata affidata e che ne fanno apposita richiesta i fondi eventualmente necessari per gli interventi conservativi e di salvaguardia degli esemplari arborei tutelati. Su tali interventi mirati al mantenimento del buono stato vegetativo delle piante e alla difesa fitosanitaria, il Servizio Fitosanitario regionale esprime parere vincolante. Nel caso di esemplari appartenenti agli Alberi Monumentali d’Italia ai sensi della L. 10/2013 tale parere vincolante è espresso dal Ministero delle Politiche Agrarie, Alimentari e Forestali.

Possono accedere ai finanziamenti regionali i soggetti pubblici o privati individuati dal Decreto di tutela, attraverso una procedura stabilita, in cui vengono previsti tempi, modalità di richiesta, tipologie di intervento ammissibili e contenuti tecnici.

Con la Delibera di Giunta Regionale n. 774 del 29 giugno 2020 sono stati aggiornati di criteri e le procedure per la concessione e la liquidazione dei finanziamenti regionali relativi agli interventi conservativi e di salvaguardia degli esemplari arborei monumentali tutelati ai sensi della L.R. n. 2/1977.

Tempi:

il termine ultimo per la presentazione delle richieste di finanziamento è fissato al 30 settembre di ogni anno.

Modalità di richiesta:

la richiesta di finanziamento dovrà essere inoltrata via PEC al Servizio Beni Architettonici e Ambientali dell'Istituto per i Beni artistici culturali e naturali e indicherà con precisione gli esemplari sui quali si intende intervenire (specificare il riferimento al provvedimento di tutela e il numero di codice identificativo); dovrà inoltre essere corredata di tutti gli allegati previsti dalla DGR 774/2020.

Tipologie di intervento ammissibili:

sono finanziabili gli interventi di conservazione degli esemplari arborei finalizzati al loro mantenimento in buone condizioni sanitarie, statiche e funzionali. Si suddividono in queste tipologie: 1) interventi agronomici e arboricolturali di natura strutturale; 2) interventi di miglioramento delle condizioni vegetative dell’esemplare; 3) interventi agronomici e arboricolturali di piccola entità (rimonda del secco e rifilatura dei monconi di branche spezzate); 4) interventi di miglioramento della zona di protezione dell’albero; 5) abbattimenti, solo in caso di tutela della pubblica incolumità, autorizzato da apposita ordinanza sindacale.

Graduatoria:

In relazione alle richieste di finanziamento pervenute, IBACN stila una graduatoria degli interventi finanziabili in ordine di priorità, sulla base dei criteri adottati. Sono riconosciuti prioritari gli interventi contenuti nei Piani di gestione pluriennale e, in secondo luogo, gli interventi urgenti, che non hanno ottenuto i finanziamenti nell’annata precedente a causa della mancanza di risorse finanziarie disponibili. È previsto il finanziamento del 100% del valore dell’intervento in base alla graduatoria, fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

Responsabilità dei proprietari:

Il proprietario dell’esemplare tutelato ne resta pienamente responsabile. L’assoggettamento a tutela non esime i proprietari dall’obbligo di informare tempestivamente i soggetti incaricati della tutela circa eventuali problemi di qualsiasi natura.

In caso di interventi urgenti per motivi di sicurezza, i proprietari possono effettuare interventi di cura e manutenzione degli esemplari protetti in deroga ai criteri approvati, previa emissione dell’ordinanza sindacale da parte dell’Ente gestore e nel rispetto del parere vincolante espresso dal Servizio Fitosanitario regionale o dal Ministero delle Politiche Agrarie, Alimentari e Forestali nel caso di esemplari appartenenti agli Alberi Monumentali d’Italia ai sensi della L. 10/2013

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/02 13:01:00 GMT+2 ultima modifica 2020-08-03T11:49:24+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina