I mosaici della villa romana di Russi nelle foto di Augusto Viggiano

Villa romana di Russi (RA), quartiere del procuratore, restauro del mosaico pavimentale del vano 19. Foto di A. Viggiano, 1981Nei primissimi anni '80 il fotografo materano Augusto Viggiano ha svolto in Emilia-Romagna  una serie di ricerche nelle quali, mettendo al servizio della fotografia professionale la sua esperienza di operatore dei beni culturali particolarmente attento ai temi della storia e delle tradizioni del territorio,  ha esplorato alcuni precisi filoni della cultura locale  e ne ha indagato acutamente aspetti ed elementi con quel taglio minuzioso che costituisce una delle cifre stilistiche del suo lavoro.
La selezione di immagini qui proposta costituisce un saggio parziale, ma certamente emblematico, dell'itinerario - commissionato dall'IBC - che egli ha dedicato alle testimonianze insediative del mondo antico, nel documentare le quali il suo occhio  sembra  - come sempre - concentrarsi   sui particolari, con una  fortissima oggettivazione degli aspetti materici, dei dettagli costruttivi,  dei "segni"  lasciati dal tempo e dal degrado, quasi che essi fossero i soli interlocutori capaci  di parlare alla sua sensibilità di artista.

Villa romana di Russi (RA), pavimentazione dell'impianto idraulico pertinente ai magazzini 2-3. Foto di A. Viggiano, 1981Un percorso della memoria, dunque, una ricerca degli infiniti messaggi che l'uomo ha disseminato lungo la storia, un approccio sistematico condotto con il rigore metodologico della classificazione, per leggere attraverso l'obiettivo fotografico e conferire oggettività alla complessa trama di relazioni fra eventi, tracce, oggetti e materiali da cui gli spazi e gli elementi dell'organizzazione insediativa sono contrassegnati.
Questa attitudine ritroviamo pienamente espressa anche nelle fotografie dedicate alla villa romana di Russi (RA), ove la rappresentazione dei ricchi mosaici pavimentali bianchi e neri, si accompagna a una dettagliata documentazione di una loro ordinaria manutenzione in loco, colta in una sequenza di scatti  che ben esprimono  il senso della diuturna e paziente applicazione che ha fatto dell'arte musiva un'altissima forma di artigianato e un grande mezzo espressivo.


Fiamma Lenzi

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/07/23 11:15:00 GMT+2 ultima modifica 2019-01-23T14:39:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina