"RURI. Abitare nel territorio: la Regio VIII dall'età romana all'altomedioevo

Il convegno di studio si proponeva di promuovere le occasioni di scambio e confronto fra tutti coloro che a diverso titolo si occupano delle forme insediative nel mondo antico, con particolare attenzione per l’uso del territorio non urbano, e una forte, ma non esclusiva, vocazione per il mondo romano.

L'idea del convegno è nata dall’intento di condividere i risultati, sul piano della ricerca scientifica e della comunicazione, del progetto PARSJAD - Parco Archeologico dell’Alto Adriatico (2011-2015) finanziato sul Programma di cooperazione regionale Italia-Slovenia, fra i cui partner si annoverava l'IBC, che ha stretto una collaborazione con il Dipartimento di Storia Culture Civiltà, con compiti di ricerca, e con il CINECA, con il suo Vis.It.Lab, come partner tecnologico. Questa collaborazione ha avuto come oggetto di studio l’abitare ruri nei territori di Ferrara, Ravenna e Rimini e ha prodotto sia una consistente implementazione del Catalogo digitale del Patrimonio Culturale dell'Emilia-Romagna, sia un prototipo di interrogazione di tale database per il tramite di un’interfaccia digitale, costituita, nel caso specifico, da Google Earth.

Per la cattedra di Archeologia e storia dell’arte romana di Bologna, il progetto PARSJAD, diretto per il DISCI da Antonella Coralini, ha rappresentato l’occasione per riprendere e rivitalizzare uno degli assi di ricerca più fecondi della scuola archeologica bolognese e per confermare la continuità del proprio impegno anche sulla Cisalpina, ad iniziare dalla Regio VIII.

Suddiviso in tre sezioni, corrispondenti ad altrettante porzioni dell'antica Aemilia, e preceduto da una sezione dove sono stati trattati temi di interesse generale come il paesaggio, le sue peculiarità e trasformazioni antropiche, l'apporto della documentazione scritta alla ricostruzione dell'antica demografia territoriale, le attività manifatturiere e artigianali che, spesso,  sono sfociate in vocazioni sopravvissute sino al presente, il simposio ha registrato un numero davvero alto di adesioni, come dimostrano gli oltre quaranta interventi - fra relazioni di inquadramento e sintesi, papers su argomenti specifici e posters - che si sono succeduti nelle due giornate.

I lavori sono stati chiusi da Giuliano Volpe, Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali, con una riflessione sul tema dell'approccio globale allo studio del territorio antico.

Promosso da:

Dipartimento di Storia Culture Civiltà (Programma Ruri, Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici, Dottorato di ricerca in Storia Culture Civiltà, Centro Studi di Storia dei Sistemi Insediativi), dall'IBC  e dalla Soprintendenza Archeologia, belle arti epaesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara),

In collaborazione con:

Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza.

Comitato scientifico:

Antonella Coralini, Fiamma Lenzi, Luigi Malnati, Daniela Rigato, Paola Galetti

Dove e Quando:

Bologna, Aula Prodi del Dipartimento di Storia Culture e Civiltà (22-23 marzo 2017)

 

Locandina

Programma

Azioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/23 18:50:54 GMT+2 ultima modifica 2019-01-23T19:50:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina