Chierici200: celebrazioni del bicentenario della nascita di Gaetano Chierici

Un convegno e una mostra per ricordare il patriota, l'archeologo e il museologo, padre della Paleontologia italiana. Grande studioso della cultura delle Terramare, fondò i Musei di Reggio Emilia

È caduto nel settembre 2019 il secondo centenario dalla nascita di Gaetano Chierici (1819-1886), presbitero cattolico, illustre protagonista nell’Ottocento della cultura nazionale ed europea, oltre che della sua città di origine e di vita, Reggio Emilia: Chierici è stato fondatore e padre della paletnologia italiana, archeologo e museologo.
Per l'occasione il Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Don Gaetano Chierici, di cui ha fatto parte l'IBC,  e il Comune di Reggio nell’Emilia hanno organizzato un ricco calendario di iniziative tra cui mostre, convegni, ed escursioni nei luoghi di ricerca.

Il convegno (19-21 di settembre 2019, in concomitanza con l’anniversario della nascita)

Il convegno scientifico internazionale “Attualità di don Gaetano Chierici archeologo, museologo e maestro di impegno civile” ha avuto lo scopo di portare l’attenzione sulla figura del Chierici quale scienziato europeo pienamente inserito nel dibattito culturale del suo tempo, ma anche sul museologo che è stato in grado di concepire e realizzare un ‘museo pilota’ - nucleo originario e sistematico degli attuali Musei Civici di Reggio Emilia, di assoluta modernità nell’Ottocento e di eccezionale interesse storico e documentale nei secoli a venire sino al nostro tempo -  e infine sui molti altri interessi della sua poliedrica personalità. Articolato in tre giornate di relazioni, di comunicazioni e dibattiti sui diversi aspetti della vita, degli interessi, dell’attività scientifica di Gaetano Chierici -  si è aperto in Sala del Tricolore, luogo per antonomasia di identità cittadina e nazionale.

Per sottolineare il legame tra Chierici e i luoghi che sono stati il cuore della sua opera, in autunno si è tenuto  “Chierici e la sua terra”,  un ciclo di escursioni e iniziative culturali nei luoghi della provincia di Reggio Emilia dove lo scienziato svolse attività di scavo. Le escursioni sono state organizzate in collaborazione con il Cai-Club alpino italiano (Chierici fu fondatore della sezione Val d’Enza, nel Reggiano) e con istituzioni e associazioni che svolgono attività nel settore e comprenderanno sia il territorio della collina e della montagna, come Castelnovo Monti dove le indagini di Chierici contribuirono all’individuazione di una necropoli protovillanoviana), sia quello della pianura, come i luoghi delle Terramare, fenomeno insediativo dell’età del bronzo legato ai commerci e alla colonizzazione dell’area centro-padana, di cui lo scienziato fu primo teorico e ricercatore.

La mostra (gennaio 2020)

La mostra “Chierici. Metodo e scienze all’origine degli studi di preistoria” era articolata nelle tre sezioni del contesto stratigrafico, dello scavo e del comparativismo etnografico. L’esposizione ha previsto un’edizione reggiana, al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia,  es uccessivamente una seconda al Museo delle Civiltà di Roma, co-promotore dell’iniziativa.

Link utili

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/18 12:38:21 GMT+2 ultima modifica 2019-12-18T12:38:22+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina