Incontrare il patrimonio

Echi di guerre a scuola

Bologna, Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l’economia sociale, 9 maggio 2013

L’iniziativa è organizzato nell’ambito della "12a edizione di Quante storie nella Storia. Settimana della didattica in archivio" e promossa da Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna, Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna e ANAI Sezione Emilia Romagna in collaborazione con il Centro italiano di documentazione sulla cooperazione e l’economia sociale.

L’avvicinarsi della ricorrenza del centesimo anniversario dall’inizio del primo conflitto mondiale ha suggerito l’avvio di una riflessione, rivolta ad archivisti ed insegnanti, sull’uso delle fonti, in particolare scolastiche, finalizzate a ricerche sulla Prima e Seconda Guerra mondiali e il trentennio che le comprende. Il seminario intende approfondire la funzione propagandistica svolta tramite la scuola e l’incidenza della mobilitazione bellica nella vita scolastica.

Agli interventi di inquadramento generale a cura di Mirella d’Ascenzo La scuola italiana in guerra e di Gianluca Gabrielli Educare alla guerra. Il ruolo della scuola a finalità di propaganda e tematica bellicista nel Ventennio fascista, sono seguite alcune esperienze condotte in regione su fonti documentarie scolastiche e non relative al periodo indagato.

In particolare, Laura Cristina Niero in “Coraggio miei piccoli ...” I riflessi della guerra nelle pa-gine dei registri scolastici ha condotto un’indagine sull’Archivio delle Scuole elementari di Castelvetro di Modena da lei riordinato e inventariato nel 2010 nell’ambito dell’intervento promosso dall’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna (L.R. 18/2000. Piano bibliotecario 2008) e consultabile online nel sistema regionale IBC Archivi

Rossella Groppi del Liceo artistico “B. Cassinari” di Piacenza e Anna Riva, referente per l’attività didattica dell’Archivio di Stato di Piacenza in Calendasco dalla Prima alla Seconda Guerra mondiale. Laboratorio di storia locale: metodi e risultati hanno presentato il laboratorio condotto nell’a.s. 2010-2011 con gli studenti della Scuola secondaria di primo grado “G. Gozzano” di Calendasco (PC) “Caro fratello si spera la pace”. I “ragazzi” di Calendasco alla Grande Guerra. Gli esiti di questa attività sono stati pubblicati da Editrice Berti, e arricchiscono la serie delle pubblicazioni relative ai laboratori di ricerca storica territoriale tenutisi a Calendasco a partire dal 2007.

Il seminario si è concluso con l’intervento a cura di Franca Montanari e Maria Amadore Guerra e propaganda ideologica negli archivi scolastici. L’esperienza dell’Archivio dell’Istituto com-prensivo n. 2 di Imola, proponendo all’attenzione del pubblico i documenti dell’archivio scolastico utilizzati per l’approfondimento.

Allegato

Programma del seminario

Link

Una cattiva educazione Gianluca Gabrielli
IBC, XXI, 2013, 3

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/04/12 15:45:00 GMT+2 ultima modifica 2018-04-16T12:40:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina