Incontrare il patrimonio

A scena aperta. Incontri nei teatri storici dell'Emilia-Romagna - 2017

Anche nel 2017 si è registrata un’ampia adesione da parte dei teatri storici invitati con 34 teatri che hanno aperto i battenti nel secondo weekend di aprile (8-9), alcuni già presenti nelle precedenti edizioni altri invece di nuovo ingresso.

Il filo conduttore dell’iniziativa è stato la figura del grande drammaturgo e narratore Luigi Pirandello,
premio Nobel per la letteratura nel 1934, nel centocinquantesimo anniversario della nascita. I teatri hanno proposto liberamente le loro iniziative culturali, garantendo almeno un giorno di apertura al pubblico e proponendo visite guidate, intrattenimenti musicali, di prosa o di danza, tutti a ingresso gratuito. La possibilità di coordinarsi con le scuole locali e i laboratori di musica, recitazione e danza per le rappresentazioni ha consentito a giovani allievi e partecipanti a stage e corsi di calcare le scene e misurarsi con il pubblico.
Undici dei teatri partecipanti hanno tratto ispirazione dell’opera e dalla cultura di Pirandello e del suo tempo per dare vita a significative performance e messa in scena di drammi (a Fontanellato, San Giovanni in Persiceto, San Giovanni in Marignano). In particolare, il Comunale di Bologna, ha organizzato una lettura di brani scelti da La pasqua di Gea, un testo poetico giovanile di Pirandello, recitato dagli allievi della Scuola di Teatro Galante Garrone alternati alle musiche di Elgar, Mascagni e Puccini eseguite dall’orchestra d’archi del teatro.

All’Auditorium Manzoni, invece, si è esplorata la passione di Pirandello per il jazz, ricordandoci che fu autore di un libretto per un musical scoperto solo di recente. Hanno tratto ispirazione dall’opera di Pirandello la lezione-narrazione di Fiorenzuola rivolta agli studenti del polo scolastico superiore, oltre alle narrazioni per tutte le età di Castelnuovo Monti ed ancora il concerto spettacolo al Ronci di Morciano ispirato ad alcune figure femminili pirandelliane.

Il percorso animato a Russi è culminato con uno spettacolo di burattini del Teatro del Drago mentre alla visita animata condotta a Sant’Agata Bolognese è seguito il concerto con la Sonic Uke Orchestra. Meldola ha predisposto una mostra di locandine, manifesti e pubblicazioni pirandelliane oltre alla visita del teatro. Altri teatri fra cui quelli di Vigoleno, Guastalla, Gualtieri, Rubiera, Carpi, Castello d’Argile, Pieve di Cento, Faenza, Brisighella, Cesena, Longiano, Montescudo e Sant’Agata Feltria hanno offerto
visite, concerti, incontri con attori, registi e musicisti e messe in scena di spettacoli e commedie svincolati dagli anniversari.

I tre teatri storici di Modena: il Pavarotti, lo Storchi e il settecentesco Teatro del Collegio San Carlo, unico in città, posto all’interno di un complesso architettonico di pregio, si sono aperti alle visite, così come l’Arena del Sole di Bologna, il Verdi di Forlimpopoli, l’Alighieri di Ravenna e i teatri di Bagnacavallo e Lugo.

Le visite guidate, sempre più apprezzate, hanno registrato una partecipazione crescente di visitatori cui è stato dato modo di conoscere a fondo questi spazi, coglierne sia gli aspetti estetici che funzionali, entrare anche nelle zone normalmente precluse al pubblico quali ad esempio palco e graticciate per conoscerne la storia e gli aneddoti.

Il Teatrin di Goro ha aderito all’iniziativa per la prima volta con un programma tra storia e cultura in entrambe le giornate, presentando il video-racconto della sua storia, un concerto e una notte di narrazioni dei ragazzi goresi del laboratorio teatrale.

Unico fra tutti il Consorziale di Budrio, aperto entrambe le giornate, ha proposto Teatromorfosi, uno spettacolo inedito e suggestivo ispirato a Ovidio, a duemila anni dalla morte, che si è svolto in diversi spazi del teatro, dai sotterranei del palco, attraverso gli specchi del foyer fino alla suggestiva cupola che sovrasta la platea e che per l’occasione è divenuta ‘celeste’.

programma (pdf, 645.92 KB)

galleria immagini

Pubblicazioni

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/04 10:03:44 GMT+2 ultima modifica 2020-03-04T10:35:35+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina