Le finestre cinematiche alla Casa Rossa di Alfredo Panzini

A Bellaria-Igea Marina un'installazione serale dà vita all’esterno della Casa Rossa, con immagini e suoni. E alla vicina Casa Finotti una mostra con le foto di famiglia di Panzini
  • Quando dal 10/07/2020 al 12/09/2020
  • Dove Bellaria Igea-Marina, La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Via Pisino 1
  • Aggiungi l'evento al calendario iCal

Al  Museo la Casa Rossa di Alfredo Panzini una nuova installazione frutto del progetto pensato per l’estate da Claudio Ballestracci e Marco Antonio Bazzocchi, direttore del polo museale.

Il progetto artistico riguarda anzitutto la Casa Rossa in sé, edificio iconico della Città di Bellaria Igea Marina e storica residenza del grande autore Alfredo Panzini. Qui, fino al 12 settembre, l’installazione dal titolo “Le finestre cinematiche”, realizzata da Claudio Ballestracci, Stefano Bisulli e Marco Mantovani, dà vita "serale" all’esterno della Casa Rossa con immagini, suoni e composizioni musicali (dalle 20.30 alle 23). Le finestre sono utilizzate come schermi cinematografici e dall’interno una serie di immagini icona, provenienti dall’archivio di Alfredo Panzini, si “affacciano” all’esterno proiettate su telai appositamente costruiti per ciascuna finestra.

manifesto2020b.jpgLa vita dello scrittore  può essere così spiata sui vetri delle finestre e messa a nudo durante le ore serali. Grazie al montaggio evocativo, poetico, costruito sulle suggestioni, fotografie e manoscritti vanno a comporre un intimo mosaico biografico estroflesso: è come se la casa stessa, in un flusso di coscienza, mettesse in moto la memoria di se stessa proiettando all’esterno le immagini di ciò che negli anni è avvenuto all’interno.

Questa la scelta suggestiva compiuta quest’anno, che ribalta la normale prospettiva tra visitatore e Casa Rossa in un’ottica anche di rispetto delle misure anti Covid: grazie all’incontro tra arte e tecnologia, è la casa dello scrittore, ad “uscire” e andare incontro al pubblico, a cominciare dai frequentatori del parco.

Insieme a “Le finestre cinematiche”, è stata inaugurata anche la mostra “A m’arcord… Alfredo sono me!”, l’allestimento espositivo realizzato da Marco Antonio Bazzocchi e Claudio Ballestracci nella vicina Casa Finotti, dedicato alle foto di famiglia di Panzini con un omaggio speciale a Federico Fellini; allestimento a ingresso libero visitabile fino al 5 settembre: aperto il martedì e il mercoledì dalle 20.30 alle 23, con servizio gratuito di visite guidate e un piccolo calendario di aperture straordinarie.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina