Musei di Qualità

Il processo di riconoscimento in base agli standard e obiettivi di qualità: definizione degli standard, normativa di riferimento, promozione dei Musei di Qualità

Gli standard per i musei

Bagnara di Romagna (RA) - Museo del Castello - La quadreria nella sala di rappresentanza del bastione – Foto Andrea Scardova, IBC

I musei devono garantire standard di funzionamento e di qualità in ogni aspetto della loro attività e fornire un servizio efficiente e adeguato alle richieste del pubblico. I requisiti previsti affrontano gli ambiti tematici: status giuridico, assetto finanziario, strutture e sicurezza, personale, gestione e cura delle collezioni (conservazione, documentazione e ricerca), rapporti con il pubblico e relativi servizi e rapporti con il territorio.

L’IBC svolge il compito di assistere i musei nella messa a regime di tutti gli ambiti previsti dagli standard di qualità con azioni parallele di diffusione, supporto, consiglio ed assistenza tecnica.

Riconoscimento dei musei di qualità

Per dare visibilità e per premiare le istituzioni virtuose che si sono impegnate al fine di garantire tutti i requisiti previsti dalla Direttiva regionale, l'IBC ha realizzato un sistema per il riconoscimento dei musei regionali in base agli standard e obiettivi di qualità.

Ravenna – MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna - In primo piano un esemplare dell’Endimione di Antonio Canova, donato all’Accademia di Belle Arti di Ravenna dal cardinal legato Agostino Rivarola, ora parte della Gipsoteca – Archivio Fotografico del Museo d’Arte della CittàIl processo di riconoscimento è stato avviato dall'IBC nel 2009 e proseguito nel corso del 2010 e del 2011 per stimolare le istituzioni museali a perseguire criteri di buona gestione e di efficacia operativa e orientarne le finalità verso la qualità dei servizi al pubblico. 
Ad oggi sono 137 i musei che hanno acquisito lo status di “museo riconosciuto”, valido per il triennio 2010-2012, e che si sono mostrati in possesso di un articolato insieme di requisiti. 
Si va dalla presenza di personale tecnico e scientifico all'applicazione di corrette metodologie di  gestione e cura del patrimonio, da una chiara visione delle proprie vocazioni a un adeguato assetto finanziario, passando per una serie di strumenti, dotazioni, servizi in grado di dare risposte di alto profilo qualitativo alle sollecitazioni e alle aspettative del pubblico.

 

Per approfondire

Come diventare Museo di Qualità

Obiettivi e risultati del riconoscimento

Normativa in materia di standard e obiettivi di qualità

 

I musei di qualità

Nel corso del processo di riconoscimento (2009-2011) sono stati coinvolti più di 200 musei non statali: di questi 137 hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento come “Musei di Qualità.

I musei di qualità nel Catalogo del  Patrimonio Culturale dell'Emilia-Romagna

Repertorio "I Musei di Qualità della Regione Emilia-Romagna 2010-2012"

Eventi e promozione dei Musei di Qualità

 

Logo musei di qualitàIl logo dei musei di qualità

Per i musei che hanno ottenuto o che otterranno nei prossimi anni il riconoscimento di Museo di Qualità è stato approntato un marchio/logo di identificazione, frutto di un concorso a cui hanno partecipato numerosi giovani disegnatori e grafici. 
I vincitori del concorso sono Laura Bortoloni e Matteo Guidi, che hanno realizzato il manuale d'uso del logo e l'immagine coordinata dei musei di qualità.

Il concorso per la realizzazione del logo dei musei di qualità

Il manuale d'uso del marchio Musei di Qualità


A chi rivolgersi

Servizio biblioteche, archivi, musei e beni culturali
bam@regione.emilia-romagna.it - P.E.C. bam@postacert.regione.emilia-romagna.it
051 527 66 31 - Fax: 051 232 599

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/02/2012 — ultima modifica 06/07/2016
< archiviato sotto: , , , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali