Catalogo regionale delle edizioni del XVI secolo

Meta-catalogo regionale delle edizioni del XVI secolo presenti nelle biblioteche dell’Emilia-Romagna. Sono consultabili, in un’unica sessione di ricerca, i cataloghi che comprendono edizioni del Cinquecento delle biblioteche della regione.

cinquecentine.jpgÈ disponibile on-line il meta-catalogo regionale delle edizioni del XVI secolo presenti nelle biblioteche dell’Emilia-Romagna.
Sono quindi consultabili, in un’unica sessione di ricerca, i cataloghi che comprendono edizioni del Cinquecento delle biblioteche della regione.

L’attività di catalogazione informatizzata delle edizioni del XVI secolo si fonda sul Censimento cartaceo avviato nel 1983 dalla Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna (ora Servizio Biblioteche, archivi, musei e beni culturali) in collaborazione con il Censimento nazionale dell’Istituto centrale per il catalogo unico (ICCU) del Ministero per i beni e le attività culturali.
Sono state censite, con schede comprendenti dati bibliografici e relativi agli esemplari, le Cinquecentine italiane e straniere possedute dalle biblioteche emiliano-romagnole afferenti ad oltre 240 istituti sia pubblici sia privati, per un totale di circa 200.000 esemplari. 

 

Negli anni, l’IBC ha portato avanti il lavoro di immissione nel Catalogo del Servizio bibliotecario nazionale (SBN) delle descrizioni prodotte nell’ambito del censimento regionale, in due modalità:  

  • alimentando i cataloghi dei poli territoriali SBN dell’Emilia Romagna. In particolare, tramite l’iniziale progetto Folia sono state informatizzate le notizie di cinquecentine della Biblioteca Estense Universitaria di Modena (che ha provveduto direttamente alla catalogazione nel polo MOD), della Biblioteca Universitaria di Bologna e della Biblioteca comunale di Imola (nel polo UBO), della Malatestiana di Cesena (nel polo RAV); con le successive attività, le cinquecentine straniere della Biblioteca Classense di Ravenna sono confluite nel polo romagnolo, insieme con quelle – italiane e straniere – delle comunali Manfrediana di Faenza, Trisi di Lugo, Taroni di Bagnacavallo, Baldini di Santarcangelo e della Biblioteca Cicognani del Seminario vescovile di Faenza. Nel polo bolognese è stato catalogato il cospicuo fondo di cinquecentine conservato presso la Biblioteca comunale di Budrio ed è stata completata la Comunale di Imola, mentre il polo modenese si è arricchito dei dati relativi alle edizioni possedute dalla Biblioteca dell’Accademia nazionale di scienze, lettere ed arti, e dalla Civica d’arte Poletti. Attualmente è in corso l’immissione, nel polo ferrarese, delle cinquecentine della Biblioteca Ariostea e nel polo romagnolo quelle della Comunale Saffi di Forlì. A partire dal 2018-2019 sarà completato il lavoro con la Biblioteca Gambalunga di Rimini e, dulcis in fundo, con la Biblioteca comunale dell’Archiginnasio di Bologna.  

  • tramite il Polo del Censimento delle edizioni del XVI secolo dell'Emilia-Romagna (Polo SBN CER), appositamente costituito in collegamento con l’Indice SBN, in cui sono catalogate le cinquecentine delle biblioteche che non fanno parte di un polo territoriale SBN. Sono state quindi trattate le cinquecentine della Passerini Landi di Piacenza, delle comunali di Correggio e di Novellara, le edizioni straniere della Panizzi di Reggio Emilia, e le cinquecentine appartenenti a quasi 40 istituti religiosi che conservano edizioni antiche. 
    Alcune di queste biblioteche sono successivamente entrate in SBN ed è in programma il riversamento dei dati nei rispettivi Poli.


Edizioni del XVI secolo sono rintracciabili inoltre nel catalogo nazionale SBN e, per le sole edizioni italiane, nel catalogo del Censimento nazionale “Edit 16”.

Accedi al Catalogo regionale delle edizioni del XVI secolo


A chi rivolgersi

Referenti per il censimento:
Anna Chiara Marchignoli
Tel. 051 527 66 59
Annachiara.Marchignoli@regione.emilia.romagna.it

Zita Zanardi
Tel. 051 527 66 71
Zita.Zanardi@regione.emilia-romagna.it

Alberto Calciolari
Tel. 051 527 66 82
Alberto.Calciolari@regione.emilia-romagna.it 

Referente per il polo CER:
Monica Ferrarini
Tel. 051 527 66 57
Monica.Ferrarini@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/05/2012 — ultima modifica 03/11/2017

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali