2/12/2011 L’assalto al paesaggio, Marco Cammelli e Salvatore Settis parlano dell’assalto al paesaggio del volume “Paesaggio costituzione cemento”

Una riflessione sul paesaggio attraverso il libro di Salvatore Settis
Per Gli incontri dell’IBC, venerdì 2 dicembre 2011, a Bologna, alle ore 17.30, presso la Biblioteca “Giuseppe Guglielmi” dell’Istituto per i Beni Culturali, Palazzo Leoni, via Marsala 31, Marco Cammelli e Salvatore Settis converseranno sul volume “Paesaggio, Costituzione, Cemento. La battaglia per l’ambiente contro il degrado civile”, Einaudi 2010.

I tre sostantivi che danno il titolo a libro di Salvatore Settis, hanno il pregio di delineare immediatamente il contesto e i temi sui quali l’autore si confronterà con Marco Cammelli, professore ordinario di diritto amministrativo.
Paesaggio e Costituzione si fondono in un binomio perfetto proiettandoci sulla mai quieta realtà della salvaguardia del patrimonio, sulla difficoltà perenne di gestire la tutela e assicurare una razionale e lungimirante fruizione dei beni. Mentre il sostantivo cemento si contrappone agli altri due con la pesantezza soffocante della sua materia ed evoca lo scempio e la volgarità che soffoca il nostro paesaggio, che stravolge e ignora, o meglio, aggira disposizioni legislative spesso contraddittorie.
Manca a questo paese, sottolinea Settis, raffinato archeologo e storico dell’arte, da sempre impegnato anche sul versante della salvaguardia del patrimonio, una profonda capacità critica e una memoria storico-culturale indispensabili per tutelare il nostro paesaggio.
Conflitti di competenze tra Stato e Regioni, gli interessi di pochi, a scapito di un bene comune, necessitano di cittadini non apatici, di persone che vanno educate, sollecitate a sentirsi protagonisti del proprio territorio e a difenderlo. Dobbiamo essere tutti impegnati, come dice il sottotitolo del libro, in una “battaglia per l’ambiente contro il degrado civile”.

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/04/2012 — ultima modifica 23/04/2012
< archiviato sotto: , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali