Bologna, giovedì 2 ottobre 2014, il primo incontro con Franco Bacchelli per il ciclo “Palazzo Leoni e il quartiere degli enigmi”.

Tre incontri per un percorso tra luoghi e simboli emblemi della regione

A Bologna, giovedì 2 ottobre, alle ore 17 il professo Franco Bachelli, docente dell’Università di Bologna, parlerà di Simboli ermetici e sapienza antica nella Bologna di metà ‘500.

Il suo intervento si tiene alle ore 17, a Palazzo Leoni, ora sede della Biblioteca “G. Guglielmi” dell’Istituto per i beni culturali, via Marsala 31.

E’ il primo momento di un ciclo d’incontri che ci conduce attraverso una dimensione di Bologna e della cultura rinascimentale della regione, forse non a tutti nota.

Ci si propone di guardare l’architettura e l’epidermide di saloni e di facciate dei palazzi rinascimentali per cogliere negli affreschi, nelle iscrizioni e nelle statue che li decorano un forte legame non solo con la storia ma anche con la filosofia ermetica con gli studi sul neoplatonismo, con i cosiddetti “enigmi”.

Le conferenze si tengono a Palazzo Leoni situato in quello che nel corso del Cinquecento era un vero e proprio “quartiere della cultura”. Qui, in quegli anni gli studiosi si davano appuntamento per leggere i poemi classici e discutere di filosofia, come dimostrano gli affreschi ispirati all’Eneide e il ciclo di figurazioni simboliche che i restauri ci  hanno nuovamente offerto allo sguardo, creando la possibilità di meglio comprendere la ricchezza di una temperie culturale, le molteplici valenze anche delle espressioni figurative.

Nel Rinascimento bolognese, gli studi di Beroaldo e Pio creavano un legame con la cultura fiorentina di quel tempo, soprattutto con la filosofia ficiniana.

Azioni sul documento

pubblicato il 2014/10/09 10:48:45 GMT+2 ultima modifica 2014-10-09T12:48:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina