Bologna, fino a martedì 30 maggio visitate e ascoltate la Bologna degli scrittori.

La rassegna “Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna” organizzata da IBC propone in città un programma d’incontri oltre il weekend.

Dal 26 al 28 maggio 2017si svolge in tutta la regione la terza edizione della rassegna “Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna” organizzata da IBC, in collaborazione con Comuni e istituzioni culturali sul territorio regionale.

A Bologna la rassegna si svolge dal 26 al 30 maggio e prevede 6 incontri con letture dedicati ad altrettanti scrittori nati a Bologna o che a Bologna hanno vissuto un periodo significativo della loro vita.

Si è iniziato venerdì 26 maggio alle ore 17 con Riccardo Bacchelli alla Biblioteca Borgo Panigale. Di Bacchelli e del suo romanzo “Il Diavolo al Pontelungo”.

Sabato 27 l’appuntamento è duplice: alle 17 Roberto Chiesi, responsabile del Centro Studi-Archivio Pier Paolo Pasolini, parla di “Pasolini e Bologna: l’immagine primaria” in Salaborsa, con letture di Nicola Bortolotti (in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione – Arena del Sole”); alle 18.30 ci si sposta a Villa Ghigi per un reading dedicato a Roberto Roversi con allievi e amici del poeta bolognese. A Villa Ghigi da qualche mese è stata piantata una palma proprio in omaggio a Roversi e alla sua storica libreria “Palmaverde”, per molti anni luogo di cultura, di poesia e impegno intellettuale.

Domenica 28 maggio alle ore 11.30 Casa Carducci ospita Libertà l’è morta recital di canti libertari e anarchici di e con Francesco Benozzo e Fabio Bonvicini, mentre sarà Luigi Monfredini a calarsi nei panni di Carducci, leggendo poesie e pagine delle lettere.

Lunedì 29 maggio la rassegna tocca la Biblioteca italiana delle Donne: Cecilia Bello dell’Università “La Sapienza di Roma”, la poetessa Maria Luisa Vezzali e l’attrice Francesca Ballico parleranno alle 17.30 di Patrizia Vicinelli, della sua poesia e degli anni Settanta.

Infine Dino Campana che, nato a Marradi, a Bologna visse per qualche tempo da studente.  “Dino Campana, ancora “sperso” nel mondo” è il titolo dell’intervento che Marco Antonio Bazzocchi dell’Università di Bologna gli dedica martedi 30 maggio alle 17 in Archiginnasio, nella Sala Stabat Mater. Le letture sono affidate all’attrice Marinella Manicardi. 

La rassegna bolognese è organizzata da IBC in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna, Fondazione Villa Ghigi, Biblioteca Italiana delle Donne, Casa Carducci e con il contributo di Coop Alleanza 3.0.   

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/06/2017 — ultima modifica 15/06/2017

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali