Bologna, 29/6/ 2016 “L’Architettura e l’Urbanistica alla svolta della Prima Guerra Mondiale: da Bologna all’Europa”

Il 29 giugno alla Biblioteca dell’Archiginnasio un convegno e una mostra analizzano progetti e tendenze dell’architettura e dell’urbanistica negli anni del primo conflitto mondiale e in quelli successivi.

 

Nella Sala Stabat Mater dell’Archiginnasio di Bologna, mercoledì 29 giugno, alle 9.30, si aprono i lavori del convegno “L’Architettura e l’Urbanistica alla svolta della Prima Guerra Mondiale: da Bologna all’Europa”.


Interventi di: Carlo Olmo, Fabio Mangone, Stefano Zagnoni, Ezio Godoli, Massimiliano Savorra, Maria Beatrice Bettazzi, Paola Monari, Mauro Scionti, Giuliano Gresleri, Ferruccio Canali.
Introducono: Angelo Varni, presidente dell’Istituto beni artistici culturali naturali della Regione Emilia-Romagna, Pier Giorgio Giannelli, presidente dell’Ordine degli Architetti.

L’incontro è momento di riflessione sui movimenti e le scelte che, anche alla luce dei fermenti culturali, maturano nell’ambito delle creazioni architettoniche e dei progetti urbanistici nel primo dopo guerra. Ma altrettanto significativa è l’esperienza negli anni della guerra di chi vive e opera nei paesaggi stravolti dalla guerra stessa. All’indomani della stasi creata dal conflitto, dall’abbandono di cantieri e programmi edilizi, l’Italia riparte tra nuovi linguaggi e temi a volte fortemente estratti, come pure consapevoli del rinnovato scenario, di differenti esigenze sociali, di una monumentalità che deve confrontarsi con l’Europa.

Tanti i versanti che l’incontro scandaglia. Dalla ricostruzione dei luoghi devastati alla monumentalità sacra, dal filone fantastico alla tutele dei monumenti.

Alle ore 18 avrà luogo l’inaugurazione della mostra Carte e pensieri per costruire la citta. Eccellenze dell’Archivio Storico dell’Università di Bologna presso il Quadriloggiato dell’Archiginnasio.

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/07/2016 — ultima modifica 11/07/2016

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali