6/10/2014, l’Istituto per i beni culturali fa scuola per il trasferimento di conoscenze in materia di standard museali. La Regione Puglia chiama l’Emilia-Romagna

A Bari il 7 ottobre 2014 avranno luogo il primo incontro e la presentazione ufficiale del progetto per il trasferimento di conoscenze in materia di standard museali, un gemellaggio fra le Regioni Emilia-Romagna e Puglia. Si tratta della prima iniziativa di questo tipo in Italia, interamente finanziata da risorse comunitarie nell'ambito di AGIRE POR, strumento attuativo del Programma Operativo nazionale PON Governance e Assistenza Tecnica 2007–2013, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Il programma di lavoro prevede vari workshop ed incontri tra gli operatori dei musei sia in Puglia sia in Emilia-Romagna con conclusione a metà del 2015

Per l’Istituto per i beni culturali partecipano Laura Carlini Fanfogna, Fiamma Lenzi


L’obiettivo generale del gemellaggio parte dal trasferimento delle modalità con le quali la Regione Emilia-Romagna, attraverso il suo Istituto Beni Culturali, ha recepito, a livello regionale, le indicazioni contenute nel D.M. 10 maggio 2001 ”Atto di indirizzo sui criteri tecnico-Scientifici e sugli standard di funzionamento e sviluppo dei musei”.

L’Atto di indirizzo, redatto per la gestione dei beni conservati all’interno delle strutture museali, indica le linee guida e gli standard minimi a cui attenersi relativamente agli aspetti di carattere giuridico-amministrativo, tecnico, e a quelli legati alla sicurezza, la conservazione e la gestione. Oltre a recepire il suddetto impianto metodologico, il gemellaggio è volto a trasferire i risultati, le valutazioni e le analisi scaturite dal Tavolo tecnico MiBACT – Regioni sui livelli minimi della valorizzazione, coordinato dalla DG-Valorizzazione, istituito nel 2012 per aggiornare e integrare i requisiti e  gli obiettivi di qualità individuati dall’Atto d’indirizzo del 2001.

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/10/2014 — ultima modifica 09/10/2014

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali