26/10/2013 A Medicina dal 26 ottobre 2013 la mostra "Aldo Borgonzoni e Medicina. Colori e segni della memoria"

Al Palazzo della Comunità, dal 26 ottobre al 20 gennaio, in occasione del centenario della nascita, Medicina ricorda il suo illustre concittadino

Apre il percorso delle celebrazioni a Medicina per ricordare l’eminente  concittadino Aldo Borgonzoni.

Aldo Borgonzoni. Medicina: colori e segni della memoria, è la mostra che dà il via  presso la Pinacoteca Aldo Borgonzoni e nell'Auditorium comunale dal 26 ottobre (giorno dell’inaugurazione alle ore 17) 2013 al 20 gennaio 2014.

 

Curata da Orlando Piraccini e da Luigi Samoggia, la mostra è promossa dal Comune di Medicina d’intesa con l’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia, al quale si deve il coordinamento generale delle celebrazioni. Alla sua realizzazione ha attivamente collaborato l’Archivio Centro Studi Aldo Borgonzoni.  L’esposizione si articola in due sezioni comprendenti opere pittoriche e grafiche aventi come filo conduttore il tema della memoria. Fonte d’ispirazione nella fase giovanile, Medicina, con le sue persistenze storiche e paesaggistiche, le sue tradizioni, le condizioni umane e il lavoro, ricompare di frequente con richiami evocativi anche nella fase più adulta dell'opera di Borgonzoni, filtrata dal sentimento.

 

La rassegna assume un suo significato particolare anche come momento iniziale di una indagine ricognitiva espressamente riguardante la sterminata produzione grafica di Aldo Borgonzoni, oggi “diffusa” in importanti istituzioni museali e culturali  sia italiane che europee, come il Museo Pushkin di Mosca o la Fondazione israeliana Ghetto Fighters Archives.
Nel 1986, alla comunità di Medicina Borgonzoni ha donato, com’ è noto, una cospicua raccolta di sue opere pittoriche e grafiche: testimonianza, questa di un legame sempre solido, mai venuto meno fino all’ultimo momento di vita dell’artista.
In questo legame stanno le ragioni della mostra odierna: che sul piano squisitamente artistico nulla certo pretende di aggiungere alla chiara fama di Borgonzoni ed alla smisurata sua fortuna critica, e però si pone, prima di tutto, come un “servizio” reso alla causa della valorizzazione e divulgazione del prezioso patrimonio oggi conservato nella civica pinacoteca che proprio al Maestro è intitolata.

 

ww.comune.medicina.bo.it

www.centenarioaldoborgonzoni.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 29/10/2013 — ultima modifica 29/10/2013

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali