25/10/2014, Istanbul, “La Cucina all’Opera”si legge e si prepara in turco. All’Istituto Italiano di Cultura presentazione della traduzione in lingua turca di “Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna” (2013) di Giancarlo Fre

L’Istituto Italiano di Cultura (IIC) di Istanbul, sabato 25 ottobre 2014, organizza presso il Teatro della Casa d’Italia la presentazione di Opera ve İtalyan mutfağı. Emilya-Romanya bölgesinde müzik ve yemek (2014), versione turca di  Eren Cendey del libro Cucina all’Opera. Musica e cibo in Emilia-Romagna (2013) di Giancarlo Fre.
Interverranno e animeranno la serata che conta sul sostegno di Eataly: Margherita Spinazzola, IBC e curatrice dell’ edizione inglese, Fulvia Mastrobuono, soprano, Claudio Di Segni, tenore, Gianluca Bianchi, pianoforte, che eseguiranno brani lirici del repertorio italiano, Carla Ferrari che illustrerà come fare pasta fresca e ragù con degustazione finale

Realizzato dall’Assessorato all’Agricoltura e dall’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna per rendere omaggio al mondo musicale nel corso del bicentenario verdiano, il libro offre una prospettiva particolare: quella del rapporto tra musica e cibo. L’approccio si è rivelato assai efficace e il libro, insieme a una mostra che ne è stata tratta, ha cominciato a girare il mondo nei circuiti consolidati dall’attività di promozione all’estero dell’Assessorato alla cultura.  
L’Istituto Italiano di Istanbul  ne ha fatto stampare un’ edizione tradotta ad hoc, che si è aggiunta a quella in lingua inglese del 2014. Maria Luisa Scolari, direttore IIC, ha firmato un’ elegante prefazione all’ edizione turca, coedita dal suo Istituto e dalla Regione Emilia-Romagna.

Scritto da Giancarlo Fre, architetto, appassionato gastronomo e blogger, il volume è, come dicevamo, un viaggio attraverso due tradizioni particolarmente importanti per la nostra regione - quella musicale e quella gastronomica – in cui si intrecciano le vicende biografiche e professionali di musicisti, compositori, interpreti, le loro ricette preferite o altre preparazioni significative.
Il percorso si snoda in quattro quadri: il primo è dedicato al secolo d’oro del melodramma, l’Ottocento, e vede come protagonisti Giuseppe Verdi, Gioachino Rossini (pesarese, ma di casa a Lugo e a Bologna), Pietro Mascagni (livornese di nascita, ma legato alla Romagna da motivi sentimentali) e Arturo Toscanini.
Il secondo quadro propone un’incursione su musica e cucina tra Seicento e Settecento, attraverso le figure del ferrarese Girolamo Frescobaldi e del fusignanese Arcangelo Corelli; il terzo ripercorre le passioni o idiosincrasie alimentari di alcuni “grandi” della musica di passaggio in Emilia-Romagna come Mozart, Wagner, Bellini e Puccini, mentre l’ultimo è dedicato a due interpreti di fama internazionale - Luciano Pavarotti e Maria Callas – entrambi amanti della buona tavola.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/10/2014 — ultima modifica 28/10/2014

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali