21/10/2014, Bologna, alle ore 16.30, alla Sala Atelier Urban Center, nell’ambito della mostra “Espressioni di paesaggio”, un incontro con i suoi curatori

Un momento di riflessione sui problemi della pianificazione

Alla Sala Atelier dell'Urban Center di Bologna, martedì 21 ottobre 2014, alle ore 16.30, nell’ambito della mostra “Espressioni di paesaggio” curata da Anna Maria Guccini e Stefano Pezzoli, si terrà un incontro con i curatori a cui intervengono: Alberto Magnaghi Università di Firenze Dipartimento di Urbanistica e di Pianificazione del Territorio
Matteo Agnoletto Università di Bologna  Dipartimento di Architettura
Stefano Munarin Università IUAV di Venezia  Dipartimento di Culture del progetto
Piero Orlandi Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna
Alessandro Delpiano Provincia di Bologna Pianificazione Territoriale e Trasporti.

La mostra “Espressioni di paesaggio” propone 43 fotografie di Anna Maria Guccini scattate nel territorio dell’Unione Reno Galliera (comuni di Argelato, Bentivoglio, Castello d’Argile, Castel Maggiore, Galliera, Pieve di Cento, S. Giorgio di Piano, S. Pietro in Casale). La rassegna, curata dalla stessa Guccini e da Stefano Pezzoli, rappresenta in sintesi l’esito di un lavoro di ricerca condotto negli anni 2008- 2010, mirato a individuare e a circoscrivere aree di particolare qualità per presenze architettoniche d’interesse tipologico e ambientale, e contestuale evidenza di elementi arborei di pregio, il tutto in ambito di reciproca visuale.
Il percorso espositivo si snoda sul territorio partendo dalla via delle Lame al Trebbo di Reno, muove verso nord, traversando Argelato e Castello d’Argile, sino all’ansa del Reno a Pieve di Cento, quando il fiume si rivolge ad est; poi a seguire nelle terre di Galliera, fino a convergere in direzione sud, toccando San Pietro in Casale, San Giorgio di Piano e Bentivoglio, ricongiungendosi di nuovo all’area di Castel Maggiore, donde era partito. Così la prima fotografia e l’ultima mostrano sullo sfondo collinare il santuario della Madonna di San Luca, segno forte della presenza storica cittadina sulla campagna (del resto, in previsione della città metropolitana, quanto è ripreso ne diventa il parco necessario).

Oltre alla sorpresa di luoghi d’insospettabile bellezza di cui forse non si ha sufficiente cognizione, questo lavoro di ricerca visiva in parte smaschera le modalità rappresentative della pianificazione, che ha un linguaggio astratto e simbolico, che annota emergenze e qualità, ma non fa capire in che relazione visiva stanno. L’esperienza illustrata da questa mostra ha tentato di dire che servirebbe anche operare una contaminazione con i classici elementi della pianificazione, introducendovi nuovi criteri valutativi basati su legami e visuali che hanno, di fatto, forza espressiva e una loro unicità.

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/10/2014 — ultima modifica 28/10/2014

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali