15/4/2014 Bologna, presentazione del volume Aldo Borgonzoni. Arte e ideologia di “perdurante giovinezza” a cura di Gloria Bianchino e Claudia Collina

Atti del convegno tenutosi a Bologna lo scorso autunno per il centenario della nascita dell’artista

A Bologna, martedì 15 aprile alla Libreria Coop Ambasciatori via Orefici 19, alle ore 18, si presentano gli atti del convegno Aldo Borgonzoni. Arte e ideologia di “perdurante giovinezza” edito nella collana "IBC – Immagini e documenti”, pubblicato da Edisai di Ferrara, che si è svolto in occasione del centenario della nascita di Aldo Borgonzoni avvenuta a Medicina il 12 giugno del 1913.

Parlano del volume  con le curatrici, Gloria Bianchino e Claudia Collina, Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura Regione Emilia-Romagna, Arturo Carlo Quintavalle, già Direttore CSAC dell’Università di Parma, Elio Gasperoni, Vice Presidente Coop Adriatica, Giampiero Moscato, Responsabile Regionale ANSA per l’Emilia-Romagna.

Tanti e importanti sono stati gli eventi con i quali si è tornati ad indagare la figura dell’artista nell’ambito del centenario della sua nascita. Tra questi il convegno, che ha inaugurato il 10 ottobre 2013 al MAMBo  le manifestazioni, è stato di particolare interesse.

L’incontro di studi ha avuto l’obiettivo, ribadito dalla volontà di pubblicarne gli atti in tempi assai veloci, d’indagare a vasto raggio tutti gli aspetti artistici e culturali del poliedrico e longevo artista, a partire dai significativi studi di Arturo Carlo Quintavalle, ai quali si è voluto ispirare il convegno per la straordinaria esegesi che lo storico e critico d’arte ha condotto sull’artista e per l’importante donazione di sue opere che Borgonzoni volle fare al Centro Studi Archivio della Comunicazione di Parma in nome dell’amicizia e della stima che lo legavano al suo fondatore.
Il convegno, ora fruibile in questo bel volume è stato sviluppato ad ampio spettro tematico, con la valenza di essere un esaustivo e innovativo momento di riflessione sull’arte del pittore che ha percorso con impegno etico e politico i “realismi” dell’arte, dal secondo dopo guerra al 2000.

 

Gli atti contengono contributi di Massimo Mezzetti, Alessandro Zucchini, Matteo Montanari, Gianfranco Maraniello, Arturo Carlo Quintavalle, Claudia Collina, Padre Andrea Dall’Asta, Laura Carlini Fanfogna, Gloria Bianchino, Elisabetta Severino, Orlando Piraccini, Paolo Barbaro e Giambattista Borgonzoni

 

Nel 1994 il professor  Ezio Raimondi rilevava come Aldo Borgonzoni sia stato un interprete moderno di quei “tramandi” dell’arte emiliana e bolognese che passano per Vitale da Bologna, Annibale Carracci e Giuseppe Crespi “dove si insisteva sulla fisicità, sul senso della spazialità, su certe costanti che sembrano come coagularsi qui in una tradizione che di figurativa è anche esistenziale.”

Per saperne di più su tutti gli eventi del centenario le cui celebrazioni sono state diffuse sul territorio regionale sotto il titolo comune l’egida "Aldo Borgonzoni.Trasformare con l’arte il mondo" si veda il sito Centenario di Aldo Borgonzoni

Azioni sul documento
Pubblicato il 15/04/2014 — ultima modifica 15/04/2014

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali