Uno straordinario uomo della Romagna

La scomparsa di Ennio Dirani
Uno straordinario uomo della Romagna

Ennio Dirani

Ennio Dirani, scomparso in questi giorni, è figura esemplare di una lunga stagione di impegno intellettuale e politico. Nella storia dell’Istituto Beni culturali si colloca in quel consiglio presieduto, tra la fine degli anni settanta e primi ottanta, da Giovanni Losavio e nel quale sedevano, tra i tanti nomi di spicco, Andrea Emiliani, Pier Luigi Cervellati, Lucio Gambi, Angela Sbaiz.

Per la sua città, Ravenna, Ennio Dirani è stato fino all’ultimo nume tutelare di una intensa e appassionata vicenda culturale, di cui Casa Oriani e la sua biblioteca restano a incidere sulla coscienza politica e civile della nostra storia.

Per l’IBC Dirani è rimasto un interlocutore di forte vivacità umana, un amico disposto a collaborare anche con la sua efficace scrittura sulle pagine della nostra rivista. Amico di Ezio Raimondi, a cui lo legava anche la passione per la bicicletta, un modo di guardare e pensare il paesaggio, ha coltivato una grande attenzione a tutti gli aspetti della storia della Romagna, come si coglie in questo articolo, dedicato ad un altro studioso di questa terra, il cui titolo “Nel culto delle parole” palesa la sensibilità del suo autore.

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/10/2019 — ultima modifica 03/10/2019

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali