Per Anna Rossi-Doria

E’ on line l’inventario delle carte professionali della storica e intellettuale femminista

Giovedì 28 marzo presso il Centro di documentazione, ricerca e iniziativa delle donne della città di Bologna, in Via del Piombo 5, sono state presentate le carte di Anna Rossi-Doria e il numero monografico di “Genesis. Rivista della Società italiana delle storiche”  (XVII/2, 2018), a lei dedicato.

L’Archivio Anna Rossi-Doria, donato nel 2017 all’Archivio di Storia delle donne unitamente alla biblioteca, testimonia l’attività di una intellettuale, storica di genere, protagonista del movimento femminista e del mondo politico femminile a partire dagli anni ’70.

Si tratta in particolare di scritti e interventi, materiale relativo alla sua attività di docente universitario (fu titolare della prima cattedra istituzionalizzata di storia delle donne presso l’Università di Bologna dal 1998 al 2003), appunti manoscritti raccolti in quaderni e taccuini, nonché materiale edito utilizzato come fonte per i suoi studi e ricerche. Alle tematiche di genere e di storia politica delle donne poi, Anna Rossi-Doria affiancò un altro campo di studio circa il rapporto tra memoria e storia a partire dalla deportazione e dalla Shoah, innestando nel contesto dell’antisemitismo le indagini sul rapporto tra uguaglianza e differenza, sempre nell’ottica dell’esperienza e delle testimonianze femminili.

I documenti originali del fondo vanno dalla fine degli anni ‘60 al momento della scomparsa della studiosa (2017).
L’intervento di inventariazione a cura di Anna Casotto (2018), è stato promosso dal Centro di documentazione donne e Associazione Orlando, e realizzato in IBC Archivi - Sistema informativo archivistico regionale, con la consulenza tecnico-scientifica dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna.

Consulta l’inventario

Consulta la nota biografica

Alla presentazione interverranno: Raffaella Baritono, Vinzia Fiorino, Dianella Gagliani, Mirella Plazzi, Mariuccia Salvati, Paola Stelliferi, Stefania Voli, con il coordinamento di Elda Guerra e Valentina Greco.

Consulta il programma dell’evento

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/03/2019 — ultima modifica 09/04/2019

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali