Online le immagini de "Il Viaggio a Reims": lo spettacolo del 1992 e la mostra che lo celebra

Scopri le circa 3000 immagini del "Viaggio a Reims" nell'edizione ferrarese del 1992, ma anche gli scatti della mostra in corso al Ridotto del Teatro Comunale “Claudio Abbado”

All'insegna della sobrietà e dell'anti-celebrazione, la mostra e il catalogo Il Viaggio a Reims. Memorie di uno spettacolo, stimolano emozioni e offrono suggestioni di quello che fu, a detta della critica, uno fra i più importanti spettacoli del Novecento.
Nel segno di ciò che il maestro Abbado ha lasciato alle generazioni future (rigore, studio, approfondimento, disciplina, entusiasmo), ma anche, come ha sottolineato in questa occasione Alessandra Abbado, impegno civile e propensione alle grandi sfide, le preziose memorie di quell'opera rossiniana scomparsa e ritrovata, rivivono in mostra, nel catalogo a stampa e anche nel catalogo online.

L' OPAC del Polo bibliotecario ferrarese UNIFE per l'occasione viene arricchito dell'intero corpus di immagini, dello spettacolo (già documentato, come tutte le messinscena dello straordinario Archivio fotografico del Comunale di Ferrara, da una ricca selezione di fotografie, analogiche e digitali), ma accoglie anche le immagini della mostra e il suo apparato documentario (inviti, manifesti, comunicati stampa, video).

"Da sempre convinti che gli standard servano per comunicare e restituire, non per creare barriere o steccati tra le discipline, continuando a percorre, con ostinata convinzione, una trattazione inclusiva dei patrimoni a favore di un Catalogo Aperto fruibile da web -già denso di esperienze innovative circa il trattamento dei materiali grafici, fotografici e documentari-, ora si affacciano e si legano alle più tradizionali descrizioni di 'cose', memorie, ricerche ed eventi. Il 'nostro' Catalogo - affermano le curatrici del progetto Giuseppina Benassati e Roberta Cristofori - è quello che accoglie, potenzia e veicola informazioni ma anche quello capace di restituire il legame con l'immateriale, l’evento, l'incontro, recuperando e diffondendo beni e interpretazioni"

Gli scatti di Marco Caselli Nirmal restituiscono la mostra durante l'allestimento e nell'asettica prospettiva degli spazi utilizzati, nella pulizia del razionale allestimento e animata dal pubblico curioso e interessato dell'inaugurazione. Emblematica l'immagine di Ezio Bosso davanti alla fotografia del Maestro Abbado che suona il violoncello insieme ai giovani della Chamber Orchestra of Europe durante le prove, che spiega con passione ai convenuti il senso profondo della disciplina, dello studio, dell'educazione musicale, che riferisce di quel “parlar con gli occhi e i gesti” del Maestro, in totale sintonia coi temi che sentiamo di dover affrontare tutti i giorni con il nostro lavoro: educazione visiva, rigore filologico e divulgazione.

Accedi alle immagini de Il Viaggio a Reims

Accedi alle immagini della mostra

In attesa di nuove declinazioni per la tappa bolognese della mostra al Museo internazionale e biblioteca della Musica (28 marzo-5 maggio), in “uno spazio che vede Rossini muoversi di stanza in stanza fra strumenti musicali, ripiani e bacheche” (Roberto Grandi), 'leggi e rileggi' il Catalogo, sfoglialo come un libro, fatti trainare da una narrazione mai banale, ricca di legami, perché ogni volta sarà una nuova scoperta, una interpretazione nuova!
E allora, come raccomandava ai musicisti il Maestro Abbado prima di un concerto: “Divertiamoci!

Galleria immagini

Per informazioni:
Giuseppina Benassati
Roberta Cristofori

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/02/2019 — ultima modifica 04/03/2019

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali