Concorso "Io Amo i Beni Culturali": i vincitori dell'ottava edizione

Online i venti progetti vincitori del concorso

Sono pervenute 34 domande che hanno coinvolto circa 200 istituzioni, nel quadro di una rete di collaborazioni virtuosa tra scuole, musei, archivi, biblioteche e territorio.
Come da bando, sono stati premiati 10 progetti nella sezione musei, 5 nella sezione archivi e 5 nella sezione biblioteche.
Ogni progetto vincitore sarà sostenuto mediante iniziative formative e risorse finanziarie (2000 euro alla scuola capofila e 2000 euro al museo, all'archivio o alla biblioteca che assume il coordinamento scientifico dell'iniziativa).
I partner del progetto sono l'Ufficio scolastico regionale per l'Emilia-Romagna e il MODE-Museo Officina dell'educazione dell'Università di Bologna. L'iniziativa ha il patrocinio dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.


Obiettivo del concorso è avvicinare i giovani al patrimonio culturale e alle istituzioni che lo conservano, favorendo la loro partecipazione attiva e creativa e sostenendo la crescita di cittadini autonomi e consapevoli. 
I musei, le biblioteche e gli archivi della regione vengono dunque invitati, ogni anno, a unirsi in partenariato con le scuole secondarie per presentare un progetto che nell’anno scolastico successivo valorizzi il museo o l’archivio prescelto, o un bene culturale presente sul territorio. Sono i ragazzi e le ragazze, insieme agli insegnanti e ai funzionari delle istituzioni coinvolte, a realizzare nuove forme di comunicazione e di valorizzazione, sviluppando competenze personali, sociali e civiche.

La graduatoria finale

Per saperne di più sul concorso


Ecco, in sintesi,  i progetti vincitori di questa edizione:

Sezione MUSEI:

  • CORTOMETRAGGIO SU DONATO CRETI
Il progetto si propone di realizzare un cortometraggio dedicato a Donato Creti, artista rappresentativo nella storia di Bologna. Il video coinvolgerà attivamente circa 25 studenti delle classi terze dell’Istituto comprensivo n. 9 di Bologna.
Progetto presentato da: Istituto comprensivo n. 9 di Bologna e Istituzione Bologna Musei – Collezioni Comunali d’Arte di Bologna
Altre scuole coinvolte: Scuola Primaria Raffaello Sanzio di Bologna; Scuola Primaria San Domenico Savio di Bologna; Liceo Laura Bassi di Bologna; Istituto Professionale Statale Aldrovandi Rubbiani di Bologna; Liceo Classico Galvani di Bologna; Istituto Enrico Mattei di San Lazzaro (BO); Scuola Primaria Don Minzoni di Bologna
Partner: Schermi e Lavagne – Cineteca di Bologna; Officinaadolescenti – Biblioteca Salaborsa di Bologna
  • ABITARE OLTRE IL TEMPO. DALLA CAPANNA VILLANOVIANA ALLA DOMUS ROMANA
Gli allievi dell’IC di Castenaso avranno il compito di ripercorrere l’evoluzione della casa nel tempo, dalla capanna villanoviana (ricostruita nel giardino del MUV) alla Domus Romana. Al termine i ragazzi saranno protagonisti di una ricostruzione teatralizzata all’interno di un villaggio villanoviano.
Progetto presentato da: Istituto Comprensivo di Castenaso (Bo) e MUV – Museo della Civiltà Villanoviana di Castenaso (Bo)
Partner: T.I.L.T Trasgressivo Imola Laboratorio Teatro, Imola (Bo); Legiones in Agro Boiorum, Castenaso (Bo); TUMSO – Cooperativa sociale, Rastignano (Bo); Biblioteca Comunale “Casa Bondi”, Castenaso (Bo)
  • RIMINI. NOTIZIE DAL RINASCIMENTO. Sigismondo Pandolfo Malatesta e la cultura della modernità
Il progetto intende valorizzare un capolavoro del Rinascimento quale il Tempio Malatestiano e alcune opere del Museo della Città, producendo un video-racconto e percorsi guidati in cui la sensibilità dei giovani faccia emergere la modernità delle scelte artistiche e culturali di Sigismondo Pandolfo Malatesta, a 550 anni dalla morte.
Progetto presentato da: Liceo "G. Cesare" – "M. Valgimigli" di Rimini e Musei Comunali di Rimini
Altre scuole coinvolte: Scuola secondaria di primo grado "A. Marvelli” di Rimini
Partner: Diocesi di Rimini; Iniziative editoriali – Icaro Communication, Rimini
  • LABORATORIO TEATRALE "LA PRESA DI SAN LEO"
L’obiettivo del progetto è la valorizzazione dell’atelier pittorico dedicato al dipinto di Vasari “La Presa di San Leo”, allestito in occasione dell’anniversario dei 500 anni dalla presa di San Leo da parte delle truppe fiorentine il 17 settembre 1517. Sarà creato un laboratorio teatrale errante, dove ogni studente avrà la propria mansione (regista, aiuto-regista, effetti speciali, tecnico del suono, ecc.) che porterà ad una rappresentazione teatrale presso la Fortezza
Progetto presentato da: Istituto Statale Comprensivo “A. Battelli” di San Leo e Fortezza Rinascimentale del Comune di San Leo
Partner: Società San Leo 2000 Servizi Turistici, Cesena; Coop Atlantide, Cervia
  • ANIMALI, SPARITI SPARUTI
Gli studenti partiranno dallo studio della Carta dei “Diritti degli animali”, dall'analisi dell’odierno stato delle principali specie a rischio e dall'impatto di tutto ciò sull’ambiente, per dare vita a un progetto editoriale legato alla sensibilizzazione del pubblico nei confronti delle specie animali a rischio di estinzione.
Progetto presentato da: Istituto d’Istruzione Superiore “Aleotti-Dossi” di Ferrara e Museo Civico di Storia Naturale di Ferrara
Altre scuole coinvolte: Istituto comprensivo De Pisis, Ferrara
Partner: Associazione Dido, Ferrara
  • "CHIARE, FRESCHE ET DOLCI ACQUE..." – STORIE DI ACQUE NEL TERRITORIO DI SANT’AGATA BOLOGNESE
Gli studenti della scuola secondaria di I grado dell’IC di Sant’Agata Bolognese, al termine di una ricerca sul campo, realizzeranno una guida digitale per la promozione dal punto di vista turistico di un percorso dedicato alle strutture storiche collegate all’acqua fra archeologia e storia, scienze e tecnologia, habitat e paesaggi naturali.
Progetto presentato da: Istituto Comprensivo di Sant’Agata Bolognese (Bo) Museo del Cielo e della Terra di San Giovanni in Persiceto (Bo)
Partner: Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara; Museo Archeologico Ambientale di San Giovanni in Persiceto (Bo); Gruppo Archeologico Storico Ambientale di San Giovanni in Persiceto (Bo); Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche ed Ambientali (BiGeA) - Università degli Studi di Bologna; DIPAST - Dipartimento di Scienze dell'Educazione 'Giovanni Maria Bertin' - Università degli Studi di Bologna; Consorzio della Bonifica Burana di Modena; WWF Italia – O.A. WWF Bologna Metropolitana - Sede secondaria di  San Giovanni in Persiceto (BO); Partecipanza Agraria di Sant’Agata Bolognese (Bo); Comune di Sant’Agata Bolognese (Bo)
  • UNA MAPPA PER IL LABIRINTO DELLA CATTEDRALE
Con questo progetto i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Parini di Podenzano realizzeranno una mappa interattiva del Museo della cattedrale di Piacenza a misura di bambino, per rendere i giovani utenti indipendenti nella visita, anche quando si recano al museo con la famiglia.
Progetto presentato da: Istituto Comprensivo Parini di Podenzano (PC) e Museo della Cattedrale di Piacenza
  • QUELLO CHE RESTA: CUSTODIE DI PIETRA
Il progetto intende valorizzare con l’aiuto degli studenti il patrimonio custodito nel Museo di Mondaino mettendolo in relazione con le tracce antiche di quel territorio, con la natura e con i saperi artigianali del Borgo. Saranno realizzati mappe ed elaborati presentati in un evento anche musicale, grazie alla Mondaino Young Orchestra
Progetto presentato da: Istituto Comprensivo Statale di Mondaino (RN) e Musei del Comune di Mondaino (RN)
Partner: Celesterosa Associazione culturale, Cattolica; Laboratorio Mosaico Mondaio (RN); La Bottega del Vasaio, Mondaino (RN); Associazione Turistica Pro Loco Mondaino ((RN); Associazione Corpo Bandistico di Mondaino; Cooperativa Sociale Ca’ Santino, Mondaino (RN); Casa di riposo La Collina, Mondaino (RN); Associazione Tredici torrioni, Mondaino (RN)
  • DI SUONI/DI SEGNI
L’obiettivo del progetto è quello di raccontare alcuni hightlights delle collezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia attraverso lo sguardo dei giovani, che li interpretano graficamente con il linguaggio dell’animazione e del digitale.
Progetto presentato da: Istituto Istruzione Superiore “Blaise Pascal” di Reggio Emilia e Musei Civici di Reggio Emilia
  • SPINAMICI: TRAIT D’UNION FRA MUSEO, SCUOLA E CITTÀ
Il progetto si propone di valorizzare e di promuovere la conoscenza del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, in particolare attraverso la realizzazione di eventi pubblici rivolti alla cittadinanza, con la collaborazione degli studenti del Liceo Scientifico Roiti di Ferrara.
Progetto presentato da: Liceo Scientifico “A.Roiti” di Ferrara e Polo museale dell’Emilia-Romagna - Museo Archeologico Nazionale di Ferrara
Altre scuole coinvolte: Scuola elementare Bombonati, Leopardi e Manzoni di Ferrara e Liceo Scientifico Righi di Bologna

sezione ARCHIVI:

  • E' SOLO UN GIOCO INNOCENTE? DALLA LUDOPATIA AL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO
I ragazzi saranno chiamati a selezionare i bandi più significativi che riguardano i divieti al gioco d'azzardo presenti nell’Archivio. I bandi saranno oggetto di una mostra con pannelli e commenti redatti dagli studenti. A seconda delle competenze linguistiche sarà fatta una breve indagine sulle strategie di lotta al gioco d'azzardo messe in atto oggi in Italia e in altri Paesi.
Progetto presentato da: Liceo Scientifico Oriani di Ravenna e Istituzione Biblioteca Classense – Archivio Storico comunale di Ravenna
Partner: Psicologia urbana e creativa, Ravenna; Sert dipendenze patologiche Ausl Romagna, Ravenna
  • LA VITA IN UN VOTO
Partendo dall'osservazione di alcuni ex voto presenti nell'Abbazia di S. Maria del Monte, I ragazzi analizzeranno l'ambientazione proposta dalle immagini e, attraverso uno studio diretto sulle fonti presenti nell'Archivio di Stato, ricostruiranno scene di vita quotidiana in due periodi: quello pre-napoleonico e il contemporaneo.
Progetto presentato da: Scuola Statale Secondaria di Primo Grado 'Viale della Resistenza di Cesena e Archivio di Stato di Forlì-Cesena, sezione di Cesena
Altre scuole coinvolte: Istituto Professionale di Stato Versari Macrelli di Cesena; Ist. Alberghiero 'Pellegrino Artusi' Istituto d'Istruzione superiore di Forlimpopoli
Partner: Società Amici del Monte, Cesena; Abbazia di Santa Maria del Monte, Cesena; Ufficio Puntoeuropa, Cesena
  • RETI, CONFINI E PONTI
Il progetto si propone di valorizzare il territorio rivierasco del Po partendo dai documenti d’archivio conservati presso il Comune di Monticelli d’Ongina per giungere alla realizzazione di percorsi turistici, storici e naturalistici. Sarà realizzata una piccola guida turistica fluviale, tradotta anche in CAA, in LIS, in inglese e francese, e un breve video documentario delle tradizioni legate al Po.
Progetto presentato da: Istituto comprensivo Monticelli d’Ongina - Scuola secondaria I grado “G.Vida” di Monticelli d’Ongina (PC) e Archivio Storico Comunale di Monticelli d’Ongina (PC)
Altre scuole coinvolte: Istituto comprensivo di Maleo (LO)
Partner: Comune di Castelnuovo Bocca d’Adda (LO); Circolo Ricreativo culturale Anta, Monticelli d’Ongina (PC); Isola dei Tre ponti – Società cooperativa sociale, Monticelli d’Ongina (PC); Pro Loco Monticelli d’Ongina (PC); Il nibbio Onlus, Spinadesco (CR); Gruppo fotografico ImmaginArte, Castelvetro Piacentino (PC); Ceas intercomunale dell’area padana, Monticelli d’Ongina (PC); Associazione la matita parlante, Piacenza; Biblioteca comunale Monticelli d’Ongina (PC)
  • LA PASSIONE PER LA SCIENZA A CENTO TRA IMMAGINARIO E REALTA': WUNDERKAMMER DI RACCOLTE E CURIOSITA' TRA XVII E XX SECOLO
L’analisi e lo studio della tradizione di studi scientifici del territorio centese da parte dei ragazzi porterà alla realizzazione di una mostra aperta al pubblico, una sorta di Wunderkammer che coniughi scienza, meraviglia, immaginario alla cui progettazione e allestimento parteciperanno il personale dell’archivio e gli studenti di alcune classi del liceo G. Cevolani.
Progetto presentato da: Liceo Ginnasio Giuseppe Cevolani di Cento e Archivio storico comunale di Cento
Partner: Ente Fondazione Patrimonio degli Studi, Cento
  • IL GIARDINO DEL MONDO: VIAGGIO IN UN QUARTIERE MULTIETNICO DI FERRARA
Il progetto intende valorizzare il Quartiere Giardino, un’area oggi “problematica” a sud-ovest, entro le mura di Ferrara, coinvolgendo gli studenti del C.P.I.A. (Centro provinciale per l’Istruzione degli adulti) di Ferrara e l’ Archivio Storico Comunale per realizzare anche nuove occasioni di coesione sociale.
Progetto presentato da: C.P.I.A. (Centro provinciale per l’Istruzione degli adulti) di Ferrara e Archivio Storico Comunale di Ferrara
Altre scuole coinvolte: Nido Giardino di Ferrara, Istituto comprensivo C.Govoni di Ferrara, Liceo delle scienze umane di Ferrara, Liceo statale Ariosto di Ferrara
Partner: Biblioteca Comunale Ariostea, Ferrara; Assessorato al Decentramento, Servizi Demografici e Stato Civile, Sport del Comune di Ferrara; Centro di mediazione del Comune di Ferrara; Ferrara Urban Center del Comune di Ferrara, Centro Bambini e famiglie Isola del Tesoro del Comune di Ferrara; Facolta di Architettura, Università degli studi di Ferrara; Laboratorio di studi urbani presso Dipartimento di Studi umanistici, Università di Ferrara; Casa circondariale Costantino Satta di Ferrara, APS Web Radio Giardino, Ferrara; Consorzio Factory Grisù, Ferrara

sezione BIBLIOTECHE:

  • DESTINI INCROCIATI
Il Parco Storico di Monte Sole, luogo-simbolo degli eccidi della Seconda guerra mondiale, sarà l’oggetto di analisi e incontri rivolti agli studenti stranieri del CPIA Metropolitano di Bologna, spesso testimoni di tragedie simili nei loro paesi di origine, per far acquisire loro una cittadinanza attiva e consapevole della storia del territorio in cui vivono, lavorano, studiano, e sentirsi sempre più inclusi.
Progetto presentato da: C.P.I.A. Metropolitano di Bologna e Biblioteca Sala Borsa di Bologna
Altre scuole coinvolte: Istituto comprensivo 10 di Bologna
Partner : Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale, Marzabotto (BO); Istituto per la storia e le memorie del '900 Parri E-R, Bologna (BO); MEB - Museo Ebraico di Bologna; Associazione interculturale Eks&tra, San Giovanni in Persiceto (BO); ARDI Anti-Racism and Diversity Intergroup del Parlamento Europeo
  • CRONACHE DAL PASSATO: LA PRIMAVERA DI PRAGA RACCONTATA ALLA RADIO
Con questo progetto la Fondazione Gramsci desidera realizzare un laboratorio didattico a più voci sul '68 Praghese. Dopo l’analisi dei tanti giacimenti informativi presenti in biblioteca, gli studenti realizzeranno un programma radiofonico di divulgazione storica. Le radiocronache illustreranno le principali vicende della Primavera di Praga.
Progetto presentato da: Istituto d’Istruzione Superiore Aldini Valeriani Sirani di Bologna e Biblioteca della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna
Altre scuole coinvolte: Liceo Ginnasio Statale “Luigi Galvani” di Bologna
  • RISORGIMENTO DIGITAL
Gli studenti, dopo la analisi delle fonti in biblioteca, realizzeranno una mappatura digitale dei personaggi del Risorgimento realizzata mediante l'utilizzo di tecnologia podcast e QR code. Il progetto vedrà la realizzazione di brevi storie ideate e registrate dagli alunni. Gli audio saranno scaricabili presso le vie del Risorgimento e una grande mappa della città di Forlì, collocata nel centro storico, segnalerà i luoghi del progetto.
Progetto presentato da: Istituto Comprensivo n.1 di Forlì e Biblioteca comunale Aurelio Saffi di Forlì
Partner: Radio Bruno - Multiradio S.r.l., Carpi (MO); Romagna Musica Soc. Coop, Forlì
  • L'ERBA DELLA BIBLIOTECA È SEMPRE PIÙ VERDE...E UN BAMBINO TIRA L'ALTRO!
Il progetto vuole fare conoscere la biblioteca di Savignano sul Panaro e promuoverne il patrimonio librario della Sezione Ragazzi, attraverso la realizzazione di visite guidate ed incontri di lettura rivolti alla fascia d'età 3-8 anni e condotti dagli studenti delle classi 2° della Scuola Secondaria di I Grado "G. Graziosi".
Progetto presentato da: Istituto comprensivo di Savignano sul Panaro - Scuola Secondaria di I Grado "G. Graziosi" e Biblioteca comunale di Savignano sul Panaro (MO)
  • UNA BIBLIOTECA BOTANICA DA RISCOPRIRE
Il progetto intende valorizzare il fondo di botanica di Ludovico Caldesi. Grazie all'apporto attivo dei ragazzi, i volumi, ricchi di apparati iconografici e di preziose tavole acquarellate, saranno adeguatamente valorizzati e fatti conoscere con una campagna fotografica, un percorso di visita virtuale disponibile on line sui siti delle istituzioni coinvolte (Fondazione Caldesi, scuola e biblioteca) e la realizzazione di un evento pubblico.
Progetto presentato da: Istituto Professionale Persolino Strocchi di Faenza (RA) e Biblioteca comunale Manfrediana di Faenza (RA)
Azioni sul documento
Pubblicato il 16/10/2018 — ultima modifica 19/10/2018

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali