Pianificazione bibliotecaria e archivistica (Soprintendenza per i beni librari e documentari)

La Regione esercita le funzioni di indirizzo e programmazione in materia di beni e istituti culturali degli enti locali. Per la loro attuazione predispone il programma poliennale nel quale sono individuati gli obiettivi, le linee di indirizzo e le procedure da osservarsi per l’accoglimento delle richieste di finanziamento presentate dai Comuni.

Secondo l’art. 3 della L.R. 18/2000, la Regione esercita le funzioni di indirizzo e programmazione in materia di beni e istituti culturali degli enti locali. In particolare per la loro attuazione l’ente regionale predispone il programma poliennale nel quale sono individuati gli obiettivi, le linee di indirizzo e le procedure da osservarsi per l’accoglimento delle richieste di finanziamento presentate dai Comuni. Per la concreta realizzazione del programma la Regione si avvale dell’IBC che attraverso il proprio Servizio di Soprintendenza per i beni librari e documentari attiva le istruttorie relative al piano bibliotecario e archivistico, promuovendo degli specifici incontri con le Province, i Comuni, i bibliotecari e gli archivisti.

L'Istituto per i beni artistici, culturali e naturali, in base alla programmazione poliennale di cui all'art. 7, di intesa con le Province e contestualmente all'espressione del parere conforme sui piani provinciali, propone quindi all'approvazione della Regione la suddivisione per destinazione di intervento dei fondi annuali per la programmazione bibliotecaria e archivistica e il riparto dei relativi stanziamenti tra le Province coordinati con il programma delle proprie attività di cui al comma 1. Il finanziamento regionale può riguardare la seguente tipologia di interventi:

  1. avvio di nuovi servizi e allestimenti, potenziamento delle strutture e delle infrastrutture tecnologiche anche per la cooperazione e la gestione associata degli istituti culturali;
  2. costruzione, acquisizione, ristrutturazione e restauro di edifici adibiti o da adibire a sedi di istituti culturali ed alle attività ad essi connesse;
  3. costituzione e scambio di banche dati e di altri supporti informativi condivisi;
  4. progetti e attività di valorizzazione di beni, raccolte e istituti culturali di particolare rilevanza ai fini dello sviluppo dell'organizzazione museale e di quella bibliotecaria dell'Emilia-Romagna;
  5. interventi per l'incremento, la tutela, la catalogazione, la conservazione ed il restauro del patrimonio culturale;
  6. attività di formazione specialistica e aggiornamento degli operatori;
  7. attività di promozione attraverso iniziative espositive, didattiche e divulgative del patrimonio culturale.
La Giunta regionale, acquisite le istruttorie dei piani bibliotecari condotte congiuntamente dall'IBC e dalle Province, approva annualmente l'assegnazione alle Province delle risorse necessarie all'attuazione dei progetti nei settori bibliotecario e archivistico che le singole amministrazioni provinciali e i Comuni intendono realizzare, con indicazione delle risorse messe a loro disposizione nonché il piano degli interventi diretti individuati e da realizzarsi da parte della Soprintendenza per i beni librari e documentari per progetti di catalogazione, inventariazione, conservazione e valorizzazione.

Sono ricompresi nella programmazione regionale la stipula di convenzioni (comma 2, art.3) con soggetti pubblici e privati titolari di istituti culturali o di raccolte di riconosciuto interesse culturale o in grado di offrire servizi volti a perseguire le finalità della legge regionale.

Approfondimenti

A chi rivolgersi

Servizio biblioteche, archivi, musei e beni culturali
bam@regione.emilia-romagna.it

Per il settore archivistico
Brunella Argelli
051 527 66 51
Brunella.Argelli@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 21/02/2012 — ultima modifica 31/08/2017
< archiviato sotto: , , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali