CERL - Consortium of European Research Libraries

Banche dati, pubblicazioni e risorse bibliografiche sul patrimonio a stampa antico europeo. Nel corso degli anni, il CERL ha sviluppato una serie di prodotti. Il più noto è la banca dati Heritage of Printed Books Database (HPB), il cui uso è riservato alle biblioteche e istituti aderenti a pieno titolo, che permette l’accesso a più di due milioni di record del patrimonio bibliografico a stampa dalle sue origini al 1830 circa, provenienti dalle più importanti biblioteche europee nord-americane.

Logo CERLIl Consortium of European Research Libraries (CERL) nasce ufficialmente nel 1994 su iniziativa delle più importanti biblioteche ed istituti europei, per condividere risorse, esperienze e dati al fine di giungere ad una migliore conoscenza, accesso e conservazione del patrimonio a stampa antico europeo. Fanno oggi parte del CERL, con diversi livelli di coinvolgimento e responsabilità, 75 istituti -fra cui l’IBC Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna – distribuiti in Europa e oltre Atlantico.

Grazie ad uno speciale accordo fra Soprintendenza e CERL, 15 biblioteche del territorio emiliano-romagnolo, possono comunque accedere. Liberamente disponibili in rete, sono invece il CERL Thesaurus (CT) studiato per guidare gli utenti attraverso le forme varianti dei nomi di luogo di stampa e personali, dovute alle differenze linguistiche e di indicizzazione del materiale antico e il CERL Portal (CP) che fornisce l’accesso a banche dati di manoscritti, materiale a stampa (parzialmente) e altro materiale speciale, distribuito in varie biblioteche europee o frutto di progetti congiunti.

Le attività formative

Per sostenere, diffondere e migliorare i propri prodotti e per continuare nella costruzione di un solido legame fra bibliotecari e studiosi nel mondo, Il CERL ed i suoi membri mettono in campo una ricca attività formativa. L’IBC Soprintendenza è fra i più attivi, con seminari organizzati a Bologna per le biblioteche del territorio e con docenze in Italia e all’estero presso biblioteche e istituti che ne fanno richiesta.
Il materiale didattico in italiano più recentemente prodotto è disponibile agli indirizzi:

 

A chi rivolgersi:

Margherita Spinazzola
Tel. 051 527 66 01
mspinazzola@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 24/02/2012 — ultima modifica 12/09/2012

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali