Graphé

Archivio dei fondi di cultura dell’Otto-Novecento in Emilia-Romagna. Il progetto Graphé è finalizzato alla costituzione di un archivio generale dei fondi di cultura dell'Otto-Novecento in Emilia-Romagna. Esso riguarda i fondi letterari, teatrali, editoriali, del cinema, dell'arte, ecc. depositati nelle biblioteche comunali come pure in quelle statali, di associazioni e enti di ricerca e presso privati.

Logo graphéConsolidando un’insistente e articolata politica di censimenti e acquisizioni di fondi documentari cui si affiancano mirati interventi di inventariazione, ordinamento e catalogazione del materiale, la Soprintendenza per i beni librari e documentari dell’IBACN Regione Emilia-Romagna ha predisposto il progetto Graphé, aderendo così alle scelte imposte dallo sviluppo e dall'innovazione tecnologica che oramai guidano i processi nel settore dell'informazione e della comunicazione.

Attraverso la mappa della documentazione esistente si istituisce così una prima segnaletica per gli utenti: il progetto Graphé si pone infatti l'obiettivo di facilitare l'individuazione e la localizzazione dei fondi di cultura disponibili per lo studio e la ricerca, agevolando così la circolazione e la fruizione pubblica di un patrimonio ingente quanto, a volte, poco conosciuto o ignorato.


A tale scopo il progetto Graphé prevede per ogni singolo fondo una prima breve scheda introduttiva contenente un profilo biografico del soggetto cui è intestato l'archivio e notizie sulla fisionomia della raccolta documentaria e sui tempi e modi della sua formazione e acquisizione. Una successiva scheda offre una più particolareggiata descrizione del fondo, fornendo utili informazioni circa la consistenza, le diverse tipologie documentarie individuate, la presenza o meno dell'inventario, la bibliografia. Segue, infine, l'indicazione della struttura o privato presso cui è conservato il fondo, registrandone l'indirizzo, telefono, e-mail, orario e modalità di consultazione dei materiali.


Il progetto Graphé è stato realizzato grazie alla collaborazione dei responsabili, degli archivisti e dei bibliotecari degli enti, biblioteche, associazioni e istituti che sono stati coinvolti nel corso del censimento.

L'archivio generale dei fondi di cultura dell'Otto-Novecento in Emilia-Romagna

 

Pubblicazioni

 

 

A chi rivolgersi

Enzo Colombo
Tel. 051 527 66 38
Vincenzo.Colombo@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/04/2012 — ultima modifica 11/08/2016

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali