Geocaching e orientamento culturale nelle terre del Frignano

Una forma di turismo culturale nuova e antica insieme, basata sulla tecnologia GPS e sul desiderio di scoperta, è la chiave con cui l’“Orienteering Club Appennino” parte da Pavullo per unire in una rete i luoghi storici del Frignano.

Il geocaching è un modo particolare di esplorare il territorio, che parte dal web, dove si reperiscono coordinate e informazioni sul luogo da raggiungere, e consiste nel cercare tramite GPS, una volta giunti sul posto, la geocache, ovvero un piccolo contenitore con un diario che raccoglie la traccia emozionale di ogni passaggio.
L’obiettivo principale del progetto proposto dall’associazione “Orienteering Club Appennino” è unire in una rete di geocache il Palazzo e il Parco Ducale di Pavullo a una serie di punti rilevanti diffusi nel territorio del Frignano: il Castello di Montecuccolo, la Riserva di Sassoguidano, il Ponte del Diavolo, l’Ofiolite della Val di Sasso, il ponte di Olina e le torri di Gaiato, Monzone, Niviano, Lavacchio e Montebonello. Ogni geocache porterà il visitatore esattamente sul bene, narrandone storia, aneddoti, particolarità e promuovendo ulteriori esplorazioni.
Oltre alla creazione di questo circuito, le azioni prevedono interventi di messa in sicurezza e manutenzione delle piante monumentali presenti all’interno del Parco Ducale, la realizzazione di un percorso di orienteering al suo interno e l’organizzazione di eventi, visite guidate e rappresentazioni teatrali itineranti sui luoghi della memoria.

Progetto presentato da: Associazione “Orienteering Club Appennino”, Pavullo nel Frignano (Modena)
in partenariato con: Comune di Pavullo nel Frignano; Gruppo comunale di Protezione civile, Pavullo nel Frignano; Polizia municipale e Guardie ecologiche volontarie, Pavullo nel Frignano; Associazione “Linea Gotica. Officina della memoria”, Castel d’Aiano (Bologna); Federazione italiana sport orientamento; Sito web “Geocaching-Italia.it”

Galleria immagini

Azioni sul documento
Pubblicato il 04/04/2016 — ultima modifica 17/03/2017

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali