Musei e collezioni

Dama, marionetta. Sec. XVIII, Museo Civico di Arte Industriale e Galleria Davia BargelliniIn Emilia-Romagna i musei interamente dedicati al teatro delle figure animate o che conservano nuclei di opere appartenenti a questo ambito sono attualmente sedici. I musei e le collezioni non sono tutti visitabili ma i materiali sono comunque disponibili su richiesta agli studiosi.

 

 

 

Cactus, pupazzo del Gruppo 80, II metà sec. XX, Il Castello dei Burattini - MuseoVi si conservano patrimoni delle famiglie storiche, nuclei provenienti da collezioni private, pezzi anche unici ma di particolare significato, scenografie e attrezzeria, costumi, fondi provenienti da altre regioni e paesi. L’insieme restituisce un panorama piuttosto completo e interessante.

 

Il marionettista/burattinaio Ernesto Palamede Testelli, secc. XIX-XX, Il Castello dei Burattini - Museo Oltre che nei musei il patrimonio delle figure animate è documentato dalla collezioni private e, naturalmente, dalle tante “mute” dei burattinai e dei marionettisti, vale a dire dall’insieme di burattini, marionette, scenografie, ecc. che costituivano o ancora costituiscono i loro strumenti di lavoro.

 

  

 

Mappa dei musei de burattini

 

 

links:

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/08/01 11:10:25 GMT+2 ultima modifica 2012-08-01T13:10:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina