Teatro delle figure animate

a cura di Micaela Guarino

Brighella, burattino di Emilio Frabboni, sec. XX, Museo Civico, MedicinaParlare di teatro delle figure animate significa parlare di quella particolare arte teatrale che ha come protagonisti burattini, marionette, pupazzi, ombre, oggetti animati, e degli strumenti che rendono possibili le loro rappresentazioni, come teatrini, baracche, scenografie, copioni e canovacci, accessori e attrezzi di scena.

 

 

 

Madama Butterfly, marionetta di Vittorio Podrecca, sec. XX, Museo dei Burattini, BudrioPer secoli marionette e burattini hanno rappresentato in Italia e in Europa una forma di spettacolo molto diffusa e amata. Da quando la presenza di marionettisti e burattinai – un tempo così capillare nei teatri, nelle piazze, nei cortili – si è diradata, molti materiali storici ma anche recenti non più usati hanno rischiato e tuttora rischiano la dispersione.

 

 

 

Veduta di piazza Maggiore a Bologna, di Desiderio Fontana, Museo dei Burattini, BudrioL’azione di burattinai, collezionisti, enti pubblici sensibili è comunque riuscita conservare una parte importante di manufatti e documenti che sono entrati a far parte di collezioni pubbliche e private, diventando di fatto beni culturali da tutelare, conservare, conoscere, valorizzare.

 

 

Una sala del museo, Castello dei Burattini - Museo “G. Ferrari”, ParmaIn Emilia-Romagna il patrimonio delle figure animate è consistente e documenta in maniera assai puntuale i manufatti dei protagonisti di questa arte teatrale in un ampio arco cronologico, con presenze regionali, nazionali e anche internazionali.

 

approfondimenti:

 

data di pubblicazione: ottobre 2010
aggiornamento marzo 2012

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/07/31 10:33:22 GMT+2 ultima modifica 2012-07-31T12:33:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina