Gli appuntamenti IBC al Salone 2009

San SebastianoIl “Salone dell’arte del Restauro” è giunto alla sua sedicesima edizione: una continuità che, nonostante le difficoltà dei tempi, riflette il valore di una manifestazione che continua a riscuotere attenzione ed apprezzamento sia presso il grande pubblico che presso il mondo degli esperti, ed i numeri di affluenza lo confermano.
In questo quadro di evidente segno positivo è riconosciuto il ruolo dell’IBC: la puntuale e costante presenza dell’Istituto, a partire dalla prima edizione del Salone del 1991, ha contribuito a rafforzare in modo significativo il côté culturale della manifestazione, con un consistente apporto di solidi contenuti tecnico-scientifici e di idee innovative sotto il profilo progettuale. Il campo di attività e di ricerca è quello quanto mai vasto, articolato ed affascinante dei beni culturali.
Nel corso di ogni edizione l’IBC si ripropone al Salone del Restauro e affronta temi complessi e problemi delicati legati alla conservazione e alla valorizzazione del considerevole patrimonio storico, artistico, naturale, librario e documentario della nostra regione che ne riflettono l’impegno e l’esperienza trentennale in questa direzione.
AllestimentoNel corso dell’edizione Salone 2009 il programma degli appuntamenti è ricco. Le iniziative convegnistiche propongono tematiche di grande interesse: a continuazione del percorso decennale del “Conservare il Novecento”, di riflessione attorno alla conservazione della documentazione moderna, vengono presi in considerazione gli “Archivi culturali” e l’insegnamento metodologico e di valorizzazione di Luigi Crocetti; il convegno “Anatomia di un restauro: il misterioso caso di Ravenna" intende presentare gli esiti sorprendenti derivanti da un delicato intervento di restauro che diviene momento cruciale per la migliore conoscenza dell’opera; il convegno “Ritornando sull’Appennino" mette a fuoco il delicato rapporto fra pianificazione, gestione e salvaguardia del territorio alla luce della riforma prevista in tal senso dal Codice dei beni culturali e ambientali.
Il programma prevede altri momenti di incontro per presentare i risultati di progetti di ricerca e di attività conservativa su particolari tipologie di beni presenti nel territorio regionale: un dvd sul censimento del patrimonio del Teatro delle figure animate, la presentazione dell’attività condotta dall’IBC per il restauro di questa singolare tipologia di manufatti,"Marionette e burattini", mentre un altro incontro viene riservato alla presentazione della pubblicazione “Artisti del quotidiano. Sarti e sartorie storiche in Emilia-Romagna ”: una approfondita ricerca sulle sartorie storiche condotta dall’Università di Bologna con sede a Rimini in collaborazione con l’IBC.
Ed infine lo stand IBC, lo spazio istituzionale, che oltre ad essere un punto di incontro e di scambio fra operatori di settore e pubblico, diviene anche percorso espositivo: attraverso una serie di pannelli e immagini si ripercorre l’itinerario delle tematiche affrontate nel corso della decennale riflessione  sul “Conservare il Novecento”, un percorso ormai noto e richiamato con il titolo del suo primo convegno.

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/09/13 15:33:14 GMT+2 ultima modifica 2013-05-08T17:19:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina