C. Boltanski, Museo della Memoria di Ustica, 2007

27 giugno 2007 L'artista francese Christian Boltanski autore dell'installazione del Museo della Memoria di Ustica, collocato nel vecchio padiglione dei tram a cavallo di via Saliceto, ristrutturato e trasformato dall'intervento degli architetti Mazzuccato. Dal soffitto del grande capannone pendono 81 lampadine che si accendono e si spengono col ritmo del respiro. Lungo il ballatoio che circonda su quattro lati l'interno del museo sono collocati 81 specchi neri che riflettono le ombre dei visitatori. Sussurri e voci di donne, uomini e bambini escono da 81 altoparlanti celati dietro gli specchi. Vicino all'aereo sono raccolti, dentro grandi casse velate di nero, alcuni oggetti recuperati che appartenevano alle vittime. Archivio Studio Camera Chiara

Azioni sul documento

ultima modifica 2012-04-17T13:01:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina