Soprintendenza per i Beni Librari e Documentari

La Soprintendenza per i Beni librari e documentari è il servizio tecnico-scientifico cui spettano i compito di tutela, conservazione, censimento, valorizzazione e promozione dei beni librari e documentari e delle strutture bibliotecarie e archivistiche sul territorio regionale

Responsabile: Alessandro Zucchini

Beni librari: le funzioni di tutela tornano in capo allo Stato

 

Dal 1983 la Soprintendenza per i Beni librari e documentari è un servizio afferente all'IBC.

Essa ha esercitato fino al 2015 la tutela sul patrimonio librario e documentario non statale prevista dal Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.lgs 42/2004), quando, per effetto della legge 6 agosto 2015, n. 125, "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, recante disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", tale funzione è stata trasferita in capo allo Stato.

In base alla L.R. 18/2000, la Soprintendenza:

  • promuove lo sviluppo ed il potenziamento dei servizi culturali dell'organizzazione bibliotecaria ed archivistica attraverso piani annuali di finanziamento progettati congiuntamente alle Province e Comuni, per lo sviluppo e il potenziamento dei servizi;
  • esercita la vigilanza sul patrimonio librario e documentario e promuove gli interventi di conservazione e restauro;
  • promuove l'acquisizione di fondi di particolare interesse storico e culturale;
  • coordina i sistemi informativi per l'automazione bibliotecaria e per il monitoraggio dei servizi bibliotecari ed archivistici;
  • promuove le iniziative espositive, editoriali e didattiche;
  • promuove l'attività di riordino ed inventariazione degli archivi storici e delle raccolte documentarie;
  • promuove l'attivazione di censimenti e la costituzione di banche dati consultabili in rete;
  • promuove la collaborazione con biblioteche ed archivi di di versa pertinenza istituzionale;
  • partecipa a progetti nazionali ed internazionali.

Gli ambiti operativi nei quali si articola l'attività della Soprintendenza sono due e riguardano, rispettivamente, i beni librari e documentari e i beni archivistici.

Sala BorsaBeni Librari e Documentari

Sono circa 1.300 le biblioteche esistenti in Regione, con un complesso di volumi pari a circa venti milioni di volumi, ai quali vanno aggiunti i documenti in formati diversi (DVD, CD, opere di grafica, immagini, manifesti...).

Tra le biblioteche, ben 462 appartengono agli Enti locali (tra esse molte sono di antica tradizione); possiedono un patrimonio librario complessivo di oltre dodici milioni di volumi. In ambito bibliotecario, la Regione, mediante la Soprintendenza, esercita le funzioni di indirizzo e programmazione predisponendo il programma poliennale degli interventi; esercita anche funzioni di vigilanza sul patrimonio librario e documentario, promuove il censimento e la catalogazione dei beni librari e documentari e lo sviluppo dei servizi e delle attività degli istituti bibliotecari di Enti locali.

Approfondimenti

dorsi di registriBeni Archivistici

Il patrimonio documentario censito negli archivi storici dei comuni è costituito da oltre 1600 fondi / complessi archivistici e 355 sono le istituzioni locali che li conservano.

La Regione, tra le altre cose, attraverso la Soprintendenza, esercita le funzioni di indirizzo e di programmazione mediante il programma poliennale ed il piano annuale degli interventi relativi agli archivi storici di ente locale o di interesse locale; attua inoltre interventi diretti per progetti di valorizzazione di beni e istituti culturali di particolare rilevanza.

Approfondimenti

 

Dove siamo

mappa di via Galliera 21Palazzo Bonasoni - Via Galliera 21 – 40121 Bologna

ingrandisci la mappa

Per raggiungerci:

Dalla stazione centrale, Piazza medaglie d'oro:
- a piedi per via Galliera in 12 minuti
- in autobus
A e C fermata Piazza VIII agosto
36 fermata Piazza dei martiri
11 fermata Indipendenza

Dall'areoporto Guglielmo Marconi:
- autobus BLQ fermata Arena del Sole


logo disabilità motoriaLe persone con disabilità motoria possono accedere da Vicolo Quartirolo

 

 

 

Contatti

Soprintendenza per i beni librari e documentari
Responsabile: Alessandro Zucchini
e-mail: soprbib@regione.emilia-romagna.it
P.E.C.: soprbib@postacert.regione.emilia-romagna.it
Segreteria: 051 527 66 35, 051 527 66 54 - Fax: 051 232 599

Telefoni e indirizzi

Contenuti correlati
Tutela beni librari
Azioni sul documento
Pubblicato il 12/04/2012 — ultima modifica 10/03/2016

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali