conservare e restaurare

L’Istituto regionale ha da sempre affiancato allo studio dei tessuti la loro tutela in un combinato di azioni conoscitive e conservative che hanno visto operativi e complementari i due ambiti di intervento.

Nello specifico per gli aspetti  conservativi ha promosso:

Il Restauro  dei materiali con il ripristino degli ambienti  museali e la messa a punto dei contenitori che li conservano.

Consulta : 

  • I Progetti di riallestimento delle due Collezioni Tessili storiche più importanti della regione: la Gandini di Modena e la Raccolta Tessile di Bologna. ll recupero della raccolta modenese avviato nel 1985 é oggi interamente concluso, ha previsto il riadeguamento dell’ambiente ai parametri museali indoor, il ripristino delle vetrine ottocentesche in ferro e vetro a parete, il restauro dei materiali e la loro  riesposizione a rotazione. Il recupero  della raccolta bolognese, invece, è in corso d’opera con parte dei materiali già studiati e restaurati e il progetto definitivo di riallestimento ex-novo in una sala dedicata del Museo  

 

Il Dibattito sulle problematiche conservative:

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/08/2012 — ultima modifica 22/05/2013
< archiviato sotto: >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali