Ritornando sull'Appennino

La Scola (Vimignano)L'Istituto Beni Culturali - Servizio Beni Architettonici e Ambientali e la Provincia di Bologna hanno organizzato con l’INU Emilia-Romagna una serie di iniziative seminariali sul paesaggio (nozione, identificazione e pianificazione) e sul ruolo che esso svolge in modo primario per la definizione dell’identità nazionale. In riferimento al Codice dei Beni Culturali, si è voluto riflettere sulla responsabilità collettiva nei confronti della qualità del paesaggio costruito e sul ruolo che devono svolgere Stato, Regioni ed Enti locali. L’occasione è stata la ricorrenza del quarantesimo anniversario della prima delle quattro campagne di rilevamento dei beni culturali promosse nel 1968 dalla Soprintendenza alle Gallerie e dalla Provincia di Bologna. Essa fu dedicata al territorio di Porretta Terme, e costituì il modello operativo con cui affrontare, in una visione aggiornata del bene culturale, il primo sforzo sistematico di ricognizione e catalogazione di un comune del territorio appenninico. Nel 1969 e poi nel 1970 ebbero luogo la seconda e la terza, orientate, nell’ordine, al versante occidentale e a quello orientale della valle del Reno, mentre la quarta fu eseguita nel 1971 nell’Appennino imolese.
Il primo seminario, “Identificazione dei paesaggi”, si è tenuto a Bologna il 4 aprile 2008. Il secondo ha avuto luogo il 21 e 22 giugno 2008 nelle case del Campiaro di Grizzana Morandi, edificio che fu, appunto, restaurato a seguito della “riscoperta” avvenuta in occasione della seconda campagna di rilevamento del 1969. L’ultimo seminario ha avuto luogo alla Fiera del Restauro di Ferrara il 27 marzo 2009 (“Il paesaggio tra rappresentazione e pianificazione”).
Il secondo seminario, a cui hanno partecipato alcuni degli ideatori e dei protagonisti delle campagne di fine anni Sessanta, ha dato origine ad un sorpalluogo sull’Appennino, cui hanno aderito fotografi insieme a specialisti di diverse materie (architetti, urbanisti, geografi, antropologi, geologi, sociologi, ecc.). Le fotografie prodotte durante i due giorni sono state pubblicate in un volume della collana IBC Immagini e documenti.

 

Galleria fotografica

 

A chi rivolgersi

direzioneIBC@regione.emilia-romagna.it

Azioni
Azioni sul documento
Pubblicato il 23/05/2012 — ultima modifica 07/07/2016

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali