Banca dati delle opere di rilevante interesse architettonico nel secondo Novecento

Cesenatico, Municipio, 1962-65, progetto Gio PontiPer effetto di una convenzione sottoscritta nel 2013 tra IBC, Direzione regionale per i Beni Culturali, Dipartimento di Architettura dell'Università di Bologna e Ministero dei Beni Culturali, nel corso del 2014 è stata realizzata la schedatura delle opere di rilevante interesse architettonico del secondo Novecento nella nostra regione.

 

Attraverso un accurato processo di verifica bibliografica e completando i rilevamenti fotografici già eseguiti negli anni scorsi, si è pervenuti a selezionare 214 edifici tra gli oltre mille già presenti nella banca dati IBC dell'architettura moderna, individuati nel 2005 con la ricerca, la pubblicazione e la mostra "Quale e Quanta".

I dati sono ora pubblicati sul sito del Ministero http://www.sitap.beniculturali.it/architetture/

 

Accedi alla banca dati

 

A chi rivolgersi

Servizio Beni Architettonici e Ambientali
arcamb@regione.emilia-romagna.it 
Segreteria: 051 527 61 66/7

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/02/2015 — ultima modifica 03/12/2015

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali