Patrimonio archeologico

Censimento, studio, conservazione e valorizzazione dei musei, dei siti e dei beni archeologici in Emilia-Romagna. Le attività e le inziative dell'IBC

Veleia quartiere meridionaleI musei, i monumenti e le evidenze archeologiche ricostruiscono la trama essenziale del paesaggio culturale della regione e permettono di rivisitarne la lunga vicenda temporale, che si rispecchia in qualificate strutture museali e nella costante riscoperta dell’antica matrice insediativa.

In favore del patrimonio dell’antichità si promuovono numerose iniziative e viene assicurato sostegno tecnico-scientifico agli istituti e ai servizi che valorizzano i beni archeologici e le testimonianze del rapporto intrecciato  dall’uomo con l’ambiente.

Rimini mosaico

Il sistema dei musei, delle raccolte, dei siti archeologici è oggetto di specifici interventi a supporto delle politiche di salvaguardia del sedimento storico del territorio:  analisi scientifica e schedatura di reperti e  contesti,  metodologie per il censimento di materiali e  siti, costituzione di un  Catalogo regionale del patrimonio del'antichità, studi per approfondire le conoscenze e  migliorare i servizi dei musei locali, prevenzione e conservazione dei beni archeologici in ambito museale.

 

Massa Lombarda hydria

Azioni sul documento
Pubblicato il 22/02/2012 — ultima modifica 05/03/2019

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali