Quando l'archeologia si trasforma in romanzo

Nell’ambito del programma di manifestazioni legate all’apertura del Preistopark, sabato 22 novembre 2008 presso la Sala di Città della residenza municipale di S. Lazzaro di Savena, l’archeologo e saggista Valerio Massimo Manfredi ha tenuto una conversazione sul tema “Il romanzo della storia”. L’iniziativa era promossa dal Comune di S. Lazzaro di Savena-Assessorato alla Qualità Culturale, dal Museo della Preistoria “Luigi Donini” e dall’IBC.

Manfredi immagineArcheologia, storia, antropologia culturale - solo per citare alcune delle discipline  che rivisitano l’antico e il passato prossimo/remoto - costituiscono  per l’Autore inesauribili fonti d’ispirazione. Profondo conoscitore del mondo antico e abile creatore di trame e intrecci desunti dal passato, Manfredi regala abitualmente ai suoi lettori non solo trame coinvolgenti, e a volte venate di suspence, ma anche personaggi indimenticabili, scenari affascinanti, ideali e passioni senza tempo.
L’incontro, condotto da Valerio Dehò,  ha ripercorso le principali  “storie da scrivere” di Manfredi: dagli esordi  di Pallàdion e Lo scudo di Thalos agli  eventi editoriali di  Alèxandros e L’ultima legione, sino alle opere più recenti  come L’armata perduta e Idi marzo. E' stata inoltre l’occasione per approfondire i diversi modi d’approccio alle discipline storico-archeologiche: da quello “scientifico e accademico” che è fondamento sostanziale della interpretazione di eventi e situazioni del passato a quello, “divulgativo”, che partendo dalle fonti  ripropone lo stesso passato attraverso il racconto.

 

 

Dove e Quando

22 novembre 2008
San Lazzaro di Savena (Bo)
Sala di Città del Municipio
sabato 22 novembre 2008, ore 16

Info

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/08/20 16:40:00 GMT+2 ultima modifica 2013-05-08T17:16:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina