Museo del Territorio di Ostellato - percorso di Archeobotanica

Il nuovo percorso di Archeobotanica realizzato nel 2017 dal Museo del Territorio con il sostegno della LR. 18/2000 - piano museale 2016. si inserisce nell'ambito della ricostruzione dell'ambiente deltizio e in relazione all'importante realtà etrusca di Spina, anche nella prospettiva della futura costituzione di un sistema museale che ponga al centro dell'attenzione del visitatore il territorio vallivo, la sua storia e le identità locali.

Inscritta nella sua stessa denominazione, il Museo del Territorio di Ostellato esprime la propria vocazione museologica e museografica richiamando l'attenzione sul tema di una specificità territoriale che ha nelle attuali  zone umide la  testimonianza più significativa di quali fossero  i luoghi originari dell'antico paleoalveo dell'Eridano prima delle trasformazioni introdotte dalla grande bonifica.

La rivisitazione del lungo rapporto intercorso fra l'uomo e l'ambiente ricompone una storia lunghissima che attraversa le varie tappe  della formazione del territorio sino allo stabilirsi dei primi insediamenti umani e all'emergere di realtà  di grandissimo rilievo, fra le quali primeggia l'abitato etrusco di Spina, caso emblematico di un momento in cui  il territorio  del Delta ebbe un ruolo di altissimo piano nella storia non solo della nostra penisola, ma del bacino mediterrerraneo.

Il  nuovo percorso di Archeobotanica, realizzato anche con il sostegno dell'IBC attraverso la LR 18 - piano museale 2016,  come ulteriore tappa  del processo di rafforzamento al quale il  Museo sta lavorando da alcuni anni, arricchisce le tematiche già affrontate nell'attuale assetto museale puntando l'attenzione  sui resti vegetali di varia natura che non solo consentono di arricchire e dettagliare il quadro floro-vegetazionale caratterizzante  l'ambiente nelle sue diverse evoluzioni temporali, ma anche di focalizzare gli aspetti e gli effetti intervenuti  sulla vegetazione in rapporto alle attività umane  sia di tipo agricolo che di natura economica in senso lato.

Quando e chi

Inaugurazione 21 ottobre 2017. Coordinamento FIAMMA LENZI, Istituto Beni Culturali. Interventi di PAOLA DESANTIS, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Ferrara - Un  museo per l'archeologia del territorio; GIULIO BIGLIARDI, 3D ArcheoLab - Tecnologia e accessibilità: ricostruzione in 3D  dell'abitato di Spina e mappe tattili; MARCO MARCHESINI, Università degli Studi di Ferrara - Ricostruzione  del paesaggio vegetale e dell'ambiente del Delta del Po in epoca etrusca: percorso archeobotanico; ALESSANDRO MASSARENTE, Università degli Studi di Ferrara, TekneHub -
Progetto MuSST. Eridano: verso un sistema museale;  MARINA ZAPPI, Responsabile Area Cultura Comune di Ostellato - Gli Etruschi a tavola

Guarda la locandina

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/01/14 19:30:20 GMT+2 ultima modifica 2019-01-14T20:30:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina