Le maschere di Eugenio Gabrielli e la nuova Sala Multimediale

Mostra di maschere della donazione Gabrielli, donata al Comune castelnovese dal collezionista Eugenio Gabrielli e inaugurazione della Sala Multimediale del Museo della Maschera ( 21/03/2010 )

Doppia inaugurazione per l'apertura dei battenti nei locali della Chiesa della Madonna della  mostra di maschere della donazione Gabrielli, devoluta al Comune castelnovese dal collezionista Eugenio Gabrielli e oggetto di interventi di inventariazione, catalogazione e restauro conservativoeseguito da Donato Sartori e Paola Pizzi del Centro Maschere e Strutture Gestuali di Abano Terme (PD) grazie al contributo da parte dell’IBC. Si tratta di una collezione unica e di grande valore storico e culturale a testimonianza del passato carnevalesco di Castelnovo e della grande tradizione artigianale della città del carnevale. 

Contestualmente è stata  aperta al pubblico la  Sala Multimediale del Museo della Maschera  con la quale il  Museo della Maschera si è arricchito  di un vitale spazio didattico e divulgativo.
Il Museo della Maschera del Carnevale è un allestimento permanente che trova spazio nei locali del Municipio e che ha il suo nucleo espositivo principale nell’eccezionale raccolta di maschere, antichi stampi in metallo e modelli originali in gesso, acquistata nel 1997 dall'Amministrazione Comunale, raccolta che nel 2002 si è arricchita con la collezione di maschere di Eugenio Gabrielli. Un totale di 222 pezzi che fanno del museo castelnovese uno dei luoghi del carnevale più importanti a livello nazionale.
Le opere selezionate sono disposte all'interno di un percorso di fruizione a prevalente carattere didattico che, ricollegandosi alla tradizione del Carnevale di Castelnovo di Sotto, illustra la storia della maschera carnevalesca e le operazioni creative e tecniche che sono alla base della sua realizzazione. Il Museo è anche un importante centro di documentazione, attraverso la raccolta di altri materiali documentari necessari a integrare i compiti di conservazione e di valorizzazione delle opere. Non solo quindi un luogo dove poter ammirare le storiche creazioni castelnovesi, ma anche un centro di studi vero e proprio, dove chiunque può contribuire alla crescita ed allo sviluppo della ricerca storica e sociale che affianca il fenomeno del carnevale.



Azioni sul documento

pubblicato il 2020/01/02 10:52:18 GMT+2 ultima modifica 2020-01-02T10:52:18+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina