Incontrare il patrimonio

Borgo di Colle Ameno:radici di un futuro

Il "gruppo25aprile" si propone di riscoprire le origini del borgo “illuminato”. Il progetto vuole infatti far rivivere lo “spirito” che animò il Ghisilieri, declinandolo al presente e aprendolo al futuro.

Il Borgo di Colle Ameno, sviluppatosi nel XVIII secolo per volere del marchese Filippo Carlo Ghisilieri, nacque come piccola “città ideale” composta da una villa e da un borgo con botteghe artigiane, negozi, una stamperia, una fabbrica di maioliche, una chiesa, un ospedale e un’accademia culturale. Il progetto di recupero è stato avviato negli anni Novanta.
Avendo già all'attivo l'organizzazione di numerose iniziative di studio e animazione culturale dedicate ai tragici fatti del 1944 (quando il borgo fu trasformato in campo di prigionia dalle SS).
Il programma di gestione e valorizzazione si articola in cinque percorsi, che mirano a: riscoprire la tradizione ceramica bolognese attraverso l'attivazione di botteghe specializzate; ricreare una stamperia per la produzione di libri d'arte; impiantare una cucina da utilizzare per eventi legati al cibo di qualità, in particolare al pane; realizzare una collana didattica dedicata alle scuole coinvolte nelle visite; pubblicare un sito web per la promozione permanente del borgo.

Proposto dall'ASSOCIAZIONE "gruppo25aprile'"
in partenariato con il COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/03/27 11:25:00 GMT+2 ultima modifica 2015-07-03T12:56:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina