A Campogalliano la "pubblicità" restaurata e un "tuffo" nel caos metrologico

Al Museo della Bilancia il 30 novembre si presenta il restauro di un manifesto pubblicitario della "Bilance Berkel" del 1925 donato al museo. E una mostra sul "caos metrologico" preunitario

Dettagli dell'evento

Quando

30/11/2014
dalle 17:30 alle 20:00

Dove

Campogalliano (Mo), Museo della Bilancia, Via Giuseppe Garibaldi 34

Persona di riferimento

Info Museo

Recapito telefonico per contatti

059 527133

Aggiungi l'evento al calendario

Domenica 30 novembre alle ore 17,30 al Museo della Bilancia di Campogalliano (Modena) sarà presentato il restauro di un manifesto pubblicitario della "Bilance Berkel" realizzato da dal grafico francese Achille Lucien Mauzan (Gap, Hautes Alpes, 1883 - Gap,1952) nel 1925, donato al museo nel 2002 dalla figlia dell’artista.
Il manifesto, mai esposto prima d’ora, è stato restaurato con un intervento  finanziato e coordinato dall’IBC.
Per l’occasione verrà presentata la collezione Hüller, una donazione privata di strumenti di misura e sarà offerto un buffet di assaggi della migliore produzione di vino e affettati del territorio. 

Il manifesto delle Bilance Berkel 
berkelIl manifesto di grandi dimensioni (cm 338x280) è stato stampato a Milano nel 1925 dalla casa editrice Mauzan/Morzanti per il noto marchio di bilance olandese Van  Berkel con sede a Milano. Raffigura un giudice seduto al banco di vendita che, con una mano appoggiata su un codice di legge e con l’indice dell’altra puntato verso il pubblico, ricorda a tutti con piglio che “Il peso” della merce venduta come la giustizia “è uguale per tutti”. Davanti a lui c’é  lo strumento di misura autore del miracolo: una bilancia semiautomatica Berkel rossa a due piatti marcata “Prodotto italiano”. Affidabilità e garanzia del marchio questo è il messaggio pubblicitario trasmesso da Mauzan con una grafica caricaturale di gusto déco.

 

Il Restauro
Il manifesto, entrato in museo in cattivo stato, è stato restaurato dalla ditta Cepac di Forlì.
Per i dettagli dell’intervento consulta la Banca dati Restauri dell’IBC.
lacunaOggi l’affiche è visibile in una sala del museo esposto su supporto metallico alveolare con rivestimento in cristallo sottile trattato per la protezione totale della carta dai raggi ultravioletti della luce solare. L’allestimento è stato realizzato dalla ditta Arca di Modena su progetto dell’architetto Fausto Ferri.
Il restauro e il riallestimento del manifesto è stato promosso e coordinato da:
Maurizio Salvarani, Direttore del Museo della Bilancia di Campogalliano (MO)
Laura Carlini Fanfogna, Responsabile del Servizio Musei e Beni Culturali dell’IBC
puliziaIolanda Silvestri, Responsabile del Procedimento dell’IBC
sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia.

Vai al sito del Museo

 

MOSTRA "LA COLLEZIONE HÜLLER. UN TUFFO NEL CAOS METROLOGICO"

hullerSempre il 30 novembre, in contemporanea alla presentazione del restauro "Berkel" si apre al Museo la mostra "La collezione Hüller. Un tuffo nel caos metrologico”.
Nel luglio 1861, dopo pochi mesi dalla sua proclamazione, il Regno d’Italia estese a tutto il territorio nazionale l’utilizzo del sistema metrico decimale. La mostra “La collezione Hüller. Un tuffo nel caos metrologico” consente di ricreare la situazione di estrema frammentazione precedente all’intervento di uniformazione nel campo delle misure.
Il percorso, accompagnato da laboratori didattici per famiglie e scuole, ruota attorno all’esposizione di oltre 100 oggetti donati tra il gennaio e il novembre 2014 dall’ingegnere modenese Alessandro Hüller. Si tratta di un gran numero di misure lineari, di capacità e pesi, quasi tutti italiani e prevalentemente anteriori all’introduzione del Sistema Metrico Decimale in Italia. Un nucleo importante dal punto di vista della ricerca storica e metrologica in quanto molti dei reperti donati riportano i punzoni di verifica che consentono di definire, per ogni oggetto, epoca di costruzione e area geografica di utilizzo rendendoli testimoni di un mondo antico che si apprestava a compiere un grande cambiamento.
La mostra resterà aperta fino al 27 settembre 2015

Scarica locandina

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/11/2014 — ultima modifica 20/11/2014
< archiviato sotto: , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali