A San Lazzaro di Savena presentazione del volume "Geopaleontologia dei Gessi Bolognesi"

Giovedì 22 novembre presso la Mediateca di San Lazzaro di Savena verrà presentato il volume "Geopaleontologia dei Gessi Bolognesi. Nuovi dati sui depositi carsici del Pleistocene superiore", che raccoglie una serie di contributi multidisciplinari messi a punto di diversi enti di ricerca, fra cui l'IBC, dedicati allo straordinario deposito della Cava a Filo e ad altri giacimenti fossiliferi del distretto sanlazzarese.

Dettagli dell'evento

Quando

22/11/2018
dalle 17:00 alle 19:30

Dove

San Lazzaro di Savena - Mediateca - via Caselle 22

Aggiungi l'evento al calendario

Il valore testimoniale delle faune fossili dei Gessi Bolognesi come indicatori di ecosistemi scomparsi è stato posto al centro di un impegnativo progetto pluriennale di ricerca, coordinato dal Museo della Preistoria "Luigi Donini, che ha il suo focus principale nella ripresa delle indagini  nel giacimento paleontologico storicamente denominato “Cava a Filo”. La raccolta dei dati in un decennio di ricerche ha ulteriormente evidenziato la straordinaria importanza scientifica del sito: l’elevato contenuto paleobotanico e faunistico e la sua ricostruzione genetico-sedimentaria costituiscono oggi la base per una nuova e dinamica rilettura crono-stratigrafica di eventi riferiti all’Ultimo Massimo Glaciale (ca. 24.000-18.000 anni da oggi) e al successivo Tardoglaciale, elevando il deposito della Cava a Filo a imprescindibile riferimento nazionale e internazionale.

Agli esiti di tali ricerche è dedicata la pubblicazione "Geopaleontologia dei Gessi Bolognesi. Nuovi dati sui depositi carsici del Pleistocene superiore" curata da Gabriele Nenzioni e Fiamma Lenzi per la collana “Memorie dell’Istituto Italiano di Speleologia”, che viene presentata giovedì 22 novembre presso la Mediateca di  San Lazzaro di Savena. La pubblicazione nasce dalla stretta collaborazione fra Museo della Preistoria “Luigi Donini”,   Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna, Soprintendenza Archeologia, Belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna, GSB-USB Gruppo Speleologico Bolognese - Unione Speleologica Bolognese, Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Orientale, Istituto Beni Culturali.  In questi anni l'IBC  ha promosso infatti  una serie di interventi di restauro e valorizzazione affinché fossero garantite le migliori condizioni di conservazione di tale rilevante segmento del patrimonio paleontologico regionale e si creassero le basi per la sua musealizzazione permanente.

Il volume riunisce una parte dei contributi presentati durante il convegno dedicato alle grotte in Emilia-Romagna tenutosi a Brisighella (RA) nel  2017, arricchendoli  con una serie di interventi, appositamente predisposti per questa iniziativa editoriale da numerosi e qualificati  partner, che  focalizzano, inquadrano e contestualizzano il deposito dell’ex Cava a Filo nella più ampia cornice delle ricerche multidisciplinari condotte negli ultimi anni sul segmento  dei Gessi Bolognesi compreso fra i torrenti Savena e Idice.

Con l'occasione viene anche presentato il volume "...nel sotterraneo Mondo. La frequentazione delle grotte in Emilia-Romagna tra archeologia, storia e speleologia", curato da Paolo Boccuccia, Rossana Gabusi, Chiara Guarnieri e Monica Miari, edito nella collana Documenti ed Evidenze di Archeologia, che unitamente al precedente raccoglie gli atti del summenzionato convegno.

Leggi il programma

 

Gli autori :  Luca Pisani, Marco Antonellini, Jo De Waele, Andrea Columbu, Veronica Chiarini, Ilenia Maria D’Angeli, Gabriele Nenzioni, Marco Marchesini, Silvia Marvelli, Elisabetta Rizzoli, Alice Massarenti, Marzia Breda, Claudio Busi, Paolo Paronuzzi, Claudio Berto, Elena Ghezzo, Ursula Thun Hohenstein, Paolo Reggiani, Davide Palumbo, Marta Maria Ciucani, Marco Galaverni, Patrizia Serventi, Gloria Ravegnini, Sabrina Angelini, Romolo Caniglia, Giorgio Gruppioni, Elisabetta Cilli, Fiamma Lenzi, Lucia Castagna, Nevio Preti.

I partner :  Dipartimenti e Laboratori dell’Università di Bologna (Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche ed Ambientali - BiGeA; Laboratori di Antropologia Fisica e DNA Antico del Dipartimento di Beni Culturali, Campus di Ravenna e Laboratorio di Antropologia Molecolare del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali; Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie - FaBit), Laboratorio di Genetica dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), WWF Italia - Conservation Unit di Roma, Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura dell’Università di Udine, Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo dell’Università di Firenze, Museo di Storia Naturale di Venezia, Laboratorio di Palinologia e Archeobotanica-C.A.A. di S. Giovanni in Persiceto, Istituto Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, GSB-USB/Gruppo Speleologico Bolognese-Unione Speleologica Bolognese.

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/11/2018 — ultima modifica 14/11/2018

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali