A Pianoro "Gli erbari: una antica tradizione che continua"

Al Museo di Arti e Mestieri, dal 1al 9 aprile, una mostra, conferenze, laboratori, escursioni gratuite nel territorio assieme a guide botaniche

Dettagli dell'evento

Quando

dal 01/04/2017 alle 00:00
al 09/04/2017 alle 00:00

Dove

Pianoro, Museo di Arti e Mestieri, Via del Gualando 2

Persona di riferimento

Recapito telefonico per contatti

051 6529105 (Comune di Pianoro) - 051 776927 (Museo di Arti e Mestieri)

Aggiungi l'evento al calendario

Sabato 1 aprile, alle 16.30, al Museo Arti e Mestieri di Pianoro, s’inaugura una mostra dedicata agli ERBARI, da quelli più antichi a quelli moderni, attuali.

La mostra focalizza l’attenzione su due erbari originali, uno della fine del ’500 (il Mattioli) e uno dell’inizio del ’600 (il Durante), ma non mancheranno riproduzioni di altri erbari medievali e rinascimentali (come ad esempio quello dell’Aldrovandi) di grande valore e impatto visivo. Inoltre, agli antichi tomi si aggiunge l’erbario realizzato da Giuseppe Rivalta con le piante raccolte attorno alle strade percorse tra il 2008-2009 attraversando tutte le Americhe dalla Terra del Fuoco all’Alaska.
Presso il Museo, sarà possibile poi sfogliare digitalmente l’erbario del Durante (esposto in una vetrina creata appositamente dallo storico fabbro Prata) grazie all’ausilio di un palmare e l’erbario creato dagli alunni dell’Istituto comprensivo di Pianoro nel 2012, nell’ambito del progetto didattico “Medicina popolare”, vincitore del concorso “Io amo i beni culturali” – II edizione.
L'evento è arricchito da conferenze (anche con un laboratorio per non vedenti) e passeggiate all’Orto Botanico Nova Arbora di Brento, da una seconda lungo l’antica Via Ratta (Monte delle formiche) dove un antenato della famiglia Maurizzi di Tazzola, curava la gente con le erbe che lì raccoglieva utilizzando l’antico erbario del Durante (originale del 1602). Infine, sulla collina a ridosso di Zena, si scopriranno le meraviglie del bosco. Il tutto avverrà sempre accompagnati, gratuitamente, da esperti botanici. Al Museo dei Botroidi di Fantini, vi sarà un’esposizione sulle piante fossili (Filliti) scoperte nella Rupe di Livergnano agli inizi del 1900 dalla paleontologa Giuseppina Gubellini.

Programma completo

ascolta il servizio su radioemiliaromagna

Ulteriori informazioni su questo evento…

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/03/2017 — ultima modifica 05/04/2017
< archiviato sotto: , , , , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali