A Longiano in mostra libri d'artista e opere di Mario Nanni

Fino al 31 gennaio quattro libri d’artista in omaggio a Tito Balestra e una selezione di disegni/progetti di Mario Nanni sviluppati nel corso degli anni Sessanta

Dettagli dell'evento

Quando

dal 01/01/2017 alle 00:00
al 31/01/2017 alle 00:00

Dove

Longiano, Fondazione Tito Balestra

Aggiungi l'evento al calendario

Due le mostre in corso fino al 31 gennaio

IL LIBRO D'ARTISTA, OVVERO L'ARTE DEL LIBRO  
a cura di Giuseppe Appella, Flaminio Balestra e Massimo Balestra.In collaborazione con il MIG, Museo Internazionale della Grafica di Castronuovo Sant'Andrea (PZ). 

I quattro libri d’artista selezionati per questa esposizione intendono testimoniare l’immagine significativa dell’intelligenza creativa di alcuni dei maggiori artisti, che hanno aperto il XX secolo o lo hanno attraversato infondendo quel grande appagamento visivo che scaturisce da segni e figure distribuiti a fianco delle parole. 
La mostra è dedicata a Tito Balestra (1923-1976) che amò i libri e l’arte con la medesima intensità e realizzò lui stesso i suoi libri d’artista insieme agli amici Mino Maccari e Alberto Sughi: Se hai una montagna di neve tienila all’ombra, con sei acqueforti di Mino Maccari (L’Arco Edizioni d’Arte, Roma, 1974) e Oggetto: la via Emilia, con quattro acqueforti di Alberto Sughi (L’Arco Edizioni d’Arte, Roma, 1976).  

MARIO NANNI. "RISULTATO PROVVISORIO DI UN PROCESSO" ED ALTRI PROGETTI 1962-1968
a cura di Sandro Malossini, Flaminio Balestra e Massimo Balestra, in collaborazione con Felsina Factory (BO). 

 Un’ulteriore e approfondita indagine sul ricco e composito percorso artistico di Mario Nanni. Artista eclettico, presente da oltre settant’anni nel campo della ricerca visuale, è un appassionato e sincero sperimentatore di linguaggi diversi e di tecniche molteplici; la sua presenza ha contraddistinto le manifestazioni d’arte più importanti, dalla Biennale di Venezia (ricordiamo la sua sala personale nel 1984, dopo le presenze negli anni precedenti) alle esposizioni antologiche a lui dedicate da città come Bologna, Ravenna, Ferrara, e altre.
Questa mostra vuole proporre un suo lavoro meno conosciuto ma non meno importante anche dal punto di vista storico: una selezione di disegni/progetti, sviluppati nel corso degli anni Sessanta, dedicati alla descrizione di nuove “invenzioni” elaborate dall’artista stesso, una rassegna di situazioni e oggetti “impossibili” che hanno una forte attrattiva intellettuale, opere dominate da un grande equilibrio compositivo e da una notevole perizia espressiva.

 

 

 

 

 

 

 

Ulteriori informazioni su questo evento…

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/01/2017 — ultima modifica 23/01/2017
< archiviato sotto: , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali