A Comacchio inaugurazione del nuovo Museo Delta Antico

Il Museo racconta, grazie agli oltre 2000 reperti archeologici in esposizione permanente, l’evoluzione del territorio e degli insediamenti umani del Delta del Po. Inaugurazione sabato 25 marzo

Dettagli dell'evento

Quando

dal 25/03/2017 alle 11:00
al 26/03/2017 alle 23:55

Dove

Comacchio, Ospedale degli Infermi, Via Agatopisto, 2

Persona di riferimento

Recapito telefonico per contatti

0533/314154

Aggiungi l'evento al calendario

Inizia il conto alla rovescia per l’apertura del Museo Delta Antico di Comacchio (FE), che avrà luogo sabato 25 marzo 2017 alla presenza del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Ad ospitare, in uno spazio espositivo di oltre 1000 mq, ben 2000 reperti che raccontano la storia di tutto il territorio del Delta del Po, dall’età del bronzo al Medioevo, sarà l’antico Ospedale degli Infermi di Comacchio, preziosa testimonianza architettonica del riformismo pontificio settecentesco.
Il progetto scientifico e di allestimento del Museo punta a valorizzare la ricchezza archeologica del territorio del Delta del Po, configurandosi come luogo attivo di produzione e divulgazione di cultura.
Il percorso espositivo è suddiviso in 5 sezioni. La prima, dedicata al territorio, propne i cambiamenti dell’ambiente deltizio nel corso dei millenni, dalla formazione della Pianura Padana sino a giorni nostri. La seconda presenta i rinvenimenti archeologici più antichi della zona, risalenti all’età del bronzo e alla prima età del ferro. La terza sezione è caratterizzata dalla ricostruzione della città e della necropoli di Spina, importantissimo porto commerciale e avamposto etrusco verso le reti orientali di età arcaica e classica. Il cuore della quarta sezione, dedicata all’età romana, è invece l’eccezionale ritrovamento di una nave in Valle Ponti di epoca augustea. Infine, la sezione medievale porta all’attenzione la nascita, in una zona contesa tra Goti, Bizantini e Longobardi, del centro di Comacchio.
Lo straordinario pregio dei reperti, in buona parte restaurati per l’occasione, è inoltre ulteriormente valorizzato dall’utilizzo di diversi mezzi comunicativi, che vanno ad arricchire l’apparato didascalico tradizionale: creazione di scenografie in grado di evocare i contesti ambientali, ricostruzione 3D della nave di Valle Ponti, documentari e filmati lungo tutto il percorso, e approfondimenti interattivi scaricando app dedicate. 

Il progetto scientifico del Museo, che ha richiesto un lungo lavoro di preparazione, è curato dal Comune di Comacchio e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, ma non potrebbe essere stato realizzato senza il fattivo contributo della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio e Ferrara, del Polo Museale dell’Emilia-Romagna, che hanno la responsabilità diretta sui beni di proprietà statale che verranno conservati ed esposti, dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, dell’Arcidiocesi di Ferrara e Comacchio, e delle Università di Ferrara, Bologna, Venezia e Zurigo.

INAUGURAZIONE MUSEO DELTA ANTICO
PROGRAMMA SABATO 25 MARZO 2017
ore 11:00 Piazzetta Trepponti
Interventi
Assessore alla Cultura, Alice Carli
Direttore Museo Delta Antico
Vice Presidente Fai , Marco Magnifico
Sindaco Marco Fabbri
Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini
Conduce e coordina Alessandro Pasetti

ore 12:00 Settecentesco Ospedale degli Infermi
Taglio del nastro, benedizione dell’Arcivescovo di Ferrara e Comacchio Mons. Luigi Negri e inizio visite al Museo Delta Antico

ore 17.30 Piazzetta Trepponti
Animazione/spettacolo a Cura della Legio I

ore 18,30 chiusura Museo (con sospensione visite fino alle ore 20:00)

Ore 19:00 Settecentesco Ospedale degli Infermi
Spettacolo piro-teatrale e fontane danzanti "Pioggia di fuoco"

ore 20:00 Riapertura visite Museo fino alle ore 24:00
Durante tutta la giornata disposizione scenografica a cura dell'Associazione Archeologia Sperimentale Legio I Italica di Villadose (Rovigo) - campo allestito all'interno del cortile di Palazzo Bellini e presso l’Antica Pescheria

Sabato 25 e domenica 26 marzo 2017 il Museo Delta Antico aderisce alle Giornate FAi di Primavera e sarà quindi visitabile gratuitamente.  L'ingresso al Museo sarà organizzato esclusivamente in gruppi che verranno accompagnati nella visita da una guida.

Ulteriori informazioni su questo evento…

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/03/2017 — ultima modifica 20/03/2017

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali