A Bologna "Sfrangiature di luce. Cinque sculture inedite di Ernesto Bazzaro"

La Raccolta Lercaro ripropone, dopo il restauro, cinque sculture in gesso realizzate dall’artista milanese Ernesto Bazzaro

Dettagli dell'evento

Quando

dal 24/02/2017 alle 18:00
al 31/12/2017 alle 00:00

Dove

Bologna, Raccolta Lercaro, Via Riva di Reno 57

Persona di riferimento

Recapito telefonico per contatti

051 6566210 - 211

Aggiungi l'evento al calendario

La Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro-Raccolta Lercaro  presenta cinque sculture in gesso realizzate dall’artista milanese Ernesto Bazzaro sul finire del XIX secolo e all’inizio del successivo, entrate in collezione nel corso degli anni Novanta, ma solo oggi esposte stabilmente all’interno del percorso permanente del museo dopo un attento restauro, eseguito dal laboratorio di Daniela De Angelis (Bologna), realizzato con il contributo dellIstituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna (L.R. 18/2000).
Si tratta dei modelli in gesso per cinque soggetti femminili: tre popolane impegnate nello svolgimento di un mestiere o di un’occupazione (Donna alla fonte, Contadina, Lavandaia) e due “figure”, cioè rappresentazioni che rimandano ad atmosfere fin de siècle (Dama con ventaglio, Mestizia).
Presentazione venerdì 24 febbraio 2017, ore 18

Invito


Ernesto Bazzaro, nato a Milano nel 1859 e qui scomparso nel 1937, è uno dei più interessanti interpreti della scultura italiana a cavallo tra Otto e Novecento e il suo percorso artistico riflette le profonde trasformazioni che si sono verificate in campo politico, sociale e culturale nel periodo che va dalla proclamazione del Regno d’Italia alla vigilia della Seconda guerra mondiale. Partendo dalla lezione realista, appresa durante gli anni di studio all’Accademia di Brera, intorno al 1882 Bazzaro approda a un modellato dagli effetti quasi pittorici, dominato da superfici “aperte”… sfrangiate, sulle quali la luce crea intensi giochi di chiaroscuro: il richiamo è al linguaggio “scapigliato” di Giuseppe Grandi  e, più tardi, agli esiti della scultura impressionista di Auguste Rodin e Medardo Rosso. Questa “maniera libera e mossa” si ritrova anche nei cinque gessi della Raccolta Lercaro, che vengono così a costituire, presso il museo bolognese, un corpus di primo piano delle opere dell’artista.

Orari di apertura del museo:
giovedì e venerdì, 10-13
sabato e domenica, 11-18.30
Ingresso libero

Raccolta Lercaro
Via Riva di Reno 57 - Bologna
www.raccoltalercaro.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/02/2017 — ultima modifica 23/02/2017
< archiviato sotto: , , >

Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373 - Via Galliera 21, 40121 Bologna

tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it - peiibacn@postacert.regione.emilia-romagna.it

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali